Alfa Romeo Giulia DTM: LP Design interpreta le livree dei team

Nuovo progetto dello studio grafico

Alfa Romeo Giulia DTM- LP Design continua ad immaginare i design di una possibile Giulia DTM: l'ultimo progetto immaginifico riguarda la grafica delle livree dei team motorizzati Alfa Romeo
Alfa Romeo Giulia DTM: LP Design interpreta le livree dei team

Continua la corrispondenza di amorosi sensi tra LP Design e l’Alfa Romeo, soprattutto nel settore motorsport. Oggi la pagina Facebook del progetto del giovanissimo Lorenzo Prati ha svelato un nuovo bozzetto, o meglio un render della livrea delle vetture della casa del Biscione per il campionato DTM, che l’Alfa Romeo vinse nel 1993 con la 155 V6 guidata da Nicola Larini e dal quale è assente da oltre vent’anni.

Già in precedenza abbiamo parlato della reinterpretazione della vettura studiata apposta per la competizione Turismo tedesco, sempre a firma di LP Design. Il concept di questa volta mostra le varie vetture Alfa con le livree di vari team: si distingue in particolare la Martini Racing che pare un reboot della storica 155 V6 TI (che in total red vinse proprio il DTM nel 1993); ma abbiamo anche la sponsorizzazione Deutsche Post, l’aggiornamento della 155 DTM con il marchio Bosch e la versione Alfa Romeo della BMW M4 con lo sponsor Samsung. Non manca anche la suggestiva livrea con il Quadrifoglio sulla fiancata.

L’estate scorsa Gerhard Berger, responsabile del campionato turismo tedesco, aveva paventato alla Gazzetta dello Sport la possibilità di un ritorno dell’Alfa Romeo nel torneo, in particolare con la Giulia, e lottare così gomito a gomito con BMW, Mercedes ed Audi. Berger si spinse pure ad immaginare un DTM con la partecipazione una tantum dei piloti di F1, facendo il suggestivo esempio di Vettel a bordo dell’Alfa contro la Mercedes di Hamilton. Marchionne al momento non si è spinto oltre la sponsorizzazione del Biscione del team Sauber nella Formula 1. LP Design, intanto, continua a sperare e a disegnare.

Crediti Immagine di Copertina: LP Design (dettaglio)

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati