FIA ERC – Barum Czech Rally Zlín: il riassunto

FIA ERC – Barum Czech Rally Zlín: il riassunto

Jan Kopecký Re, Griebel Principe con il titolo Junior U28: il pilota della ŠKODA Motorsport, affiancato da Pavel Dresler, non è stato però l’unico a festeggiare a Zlín, dato che Marijan Griebel si è laureato Campione in Classe ERC Junior Under 28 con la terza vittoria stagionale in categoria. In attesa di conferma da parte della FIA, il tedesco può già sognare una gara europea del WRC 2018 al volante di una World Rally Car.

Aleks Zawada ha invece vinto in Classe ERC Junior Under 27 , categoria che offre al Campione 100.000€ euro. Il polacco si è imposto anche in ERC3, mentre Tibor Érdi Jr ha trionfato in ERC2. Emma Falcón si porta a casa l’ERC Ladies’ Trophy, con l’ACCR Czech Team che ottiene il massimo dei punti nella classifica del FIA European Rally Championship per i Team.

“E’ stata una grande lotta, ringrazio il team e Pavel per l’ottimo lavoro – ha detto Kopecký – La prima tappa è stata molto dura per via della battaglia con Alexey. Lui non era al 100% fisicamente ed è stato grande. Vedere le bandiere della Repubblica Ceca sventolare e i nostri tifosi è sempre speciale”.

Un grande Lukyanuk non riesce a fermare Kopecký
Mentre Kopecký diventa il sesto vincitore diverso in questa stagione 2017 dell’ERC, resta comunque grande ciò che ha fatto Alexey Lukyanuk. Dopo aver rincorso Kopecký nella SuperSpeciale di venerdì sera e nella “Biskupice”, il russo lungo la “Semetín” precedendolo al traguardo per 6?3 e balzando al comando per 0?3. Il russo è poi stato più prudente nei 22,87km della “Troják” e Kopecký ne ha approfittato per rimettere il naso davanti. Alexey ha successivamente vinto la “Brezová”, incappando però in un testacoda al via della “Biskupice” che ha consentito al suo rivale ceco di allungare a 6?7, prima che la Ford Fiesta R5 del pilota della Russian Performance Motorsport cominciasse a fare le bizze, con il risultato che il concorrente della ŠKODA Motorsport ha potuto chiudere la giornata al comando con 16?6 di vantaggio su di lui. Kopecký non ha più commesso errori nel corso della seconda tappa e Lukyanuk, che ha cominciato a soffrire anche per qualche dolore fisico, si è dovuto accontentare del secondo posto. “Purtroppo non c’era nulla da fare, ma ho pensato al campionato”, ha detto il nativo di San Pietroburgo, che ora è terzo in classifica.

Battaglia ceca per il podio
Roman Kresta ha battuto nel finale Tomáš Kostka in una grande lotta per il terzo posto, che fra l’altro ha premiato il veterano con il Colin McRae Flat Out Trophy. Kostka aveva approfittato del ritiro di Václav Pech questa mattina per una doppia foratura, poi non è riuscito a contenere la rimonta del rivale e ha terminato quarto davanti a Kajetan Kajetanowicz, il quale con il quinto posto estende il proprio vantaggio in classifica di campionato. Sesto Griebel, seguito da Martin Koci e Pavel Valoušek.

Bruno Magalhães è nono grazie anche alla foratura finale in cui è incappato Nikolay Gryazin che consente pure a Bryan Bouffier di raggiungere la Top10, dalla quale era uscito sabato per lo stesso problema del russo. Lukasz Habaj è 13°, Antonín Tlusták 17° e Murat Bostanci (Castrol Ford Team Turkey) 21°. László Német era alle spalle del turco, ma si è ritirato nella penultima PS finendo fuori strada. Albert von Thurn und Taxis è ripartito sistemando i guai meccanici della sua vettura e ha terminato 45°. Fuori Grzegorz Grzyb nella PS3, mentre i fratelli Szeja, Jarek e Marcin, sono andati a sbattere nella PS7. Out anche Dávid Botka per la rottura del cambio nella penultima PS. La stella di Le Mans, Romain Dumas, ha portato la sua Porsche 997 GT3 la traguardo in 59a piazza nonostante una foratura lo abbia rallentato nel finale.

Doppia gioia per Zawada in ERC Junior Under 27
Aleks Zawada ha ottenuto la sua prima vittoria dell’anno in FIA ERC Junior Championship Under 27 al Barum Czech Rally Zlín e va ad insidiare Chris Ingram nella lotta al titolo. Secondo posto per Filip Mareš, seguito da Simon Wagner, che nella prova finale ha superato il fratello Julian per 2?2 approfittando dei suoi problemi alla frizione. Dominik Brož è quinto nonostante diversi problemi elettrici, con Bugra Banaz (Castrol Ford Team Turkey) sesto. Ingram, che aveva perso tempo per un problema nella PS1, chiude settimo seguito da Tamara Molinaro, che nel finale ha dovuto fare i conti con la rottura del servosterzo. Catie Munnings finisce nona, mentre Jari Huttunen non è ripartito dopo l’incidente della PS4. Radomír Kupec si è ritirato nella PS1 per la rottura del motore.

Griebel trionfa in ERC Junior U28 e conquista il titolo
Marijan Griebel ha vinto il titolo in FIA ERC Junior Championship Under 28 con due gare d’anticipo. Il tedesco ha cominciato la tappa odierna con 11?1 di vantaggio su Jan Cerný, che nella PS12 ha forato consentendo al tedesco di scappare via. Il pilota del Team BRR non ha sbagliato nulla e si prende meritatamente il premio della categoria, ovvero una gara europea del WRC 2018 con una World Rally Car. Cerný ha continuato a lottare con Nikolay Gryazin per il secondo posto, precedendo il russo che ha forato nella PS15. Quarto per soli 1?6 José Suárez. Josh Moffett è quinto, mentre l’altro pilota della Peugeot Rally Academy, Pepe López, chiude sesto.

ERC2, a Zlín arriva il riscatto di Érdi Jr
Neanche una foratura ha privato Tibor Érdi Jr della seconda vittoria stagionale in FIA ERC2, con l’ungherese che così si riscatta dopo l’amara uscita di scena dal Rally Rzeszow. Il pilota della Mitsubishi ha forato nella PS12, ma è riuscito a terminare davanti a Zelindo Melegari e Sergey Remennik con un ampio vantaggio. Il secondo posto dell’emiliano gli consente di avvicinarsi al titolo, mentre il russo chiude sul podio del Barum Czech Rally Zlín nonostante una marea di problemi tecnici.

Leggi altri articoli in FIA ERC

Commenti chiusi

Articoli correlati