ERC e CIR – Rally Roma Capitale: un fine settimana impegnativo per Pirelli

P Zero RK per l'asfalto asciutto, ma anche RK7 e RK5

ERC e CIR – Rally Roma Capitale: un fine settimana impegnativo per Pirelli

Roma sarà la splendida cornice in cui si incroceranno da domani venerdì 15 settembre a domenica 17 settembre le strade del Campionato Europeo Rally e del Campionato Italiano Rally nel segno dei piloti Pirelli, che si presentano nella gara della Capitale al comando di entrambi i campionati: la serie continentale con il polacco Kajetan Kajetanowicz e la sua Ford Fiesta R5, quella nazionale con Paolo Andreucci e la Peugeot 208 T16 ufficiale di Peugeot Sport Italia.

Non solo, su entrambi i fronti saranno protagonisti anche i giovani piloti a cui Pirelli rivolge da sempre una attenzione particolare: dopo l’anticipata conquista al Rally Barum del titolo europeo Under 28 da parte del tedesco Marijan Griebel (Skoda Fabia R5) è possibile che Roma sia decisiva per incoronare i campioni dei giovani talenti con le 2 ruote motrici. Comunque tanto per l’europeo junior Under 27, che per il campionato italiano junior è già certo che a vincere sarà un pilota Pirelli.

UN SOLO RALLY, MA CON DUE GARE DISTINTE: Il Rally di Roma Capitale avrà un unico percorso, ma due gare e classifiche distinte: una per il Campionato Europeo – i cui protagonisti partiranno per primi – ed un’altra a seguire per il Campionato Italiano. Una scelta dovuta alle diverse regole delle due serie, ad iniziare da quelle sui pneumatici. Stessi tipi e misure, ma nel campionato continentale i piloti possono impiegare nell’arco della gara un massimo di 18 pneumatici per le vetture 4×4 e di 12 per le 2 ruote motrici, mentre nel Tricolore ne sono ammessi per tutti 16 (oltre a quelli per la prova spettacolo al cosiddetto Colosseo Quadrato nel quartiere EUR del venerdì sera).

LA SCELTA DEI PNEUMATICI: Sia per l’ERC che per il CIR, Pirelli proporrà per l’asfalto asciutto la gamma dei suoi celebri PZero RK, in grado di permettere ai suoi piloti di esprimersi al meglio e con ottima resistenza all’usura indipendentemente dalle quantità consentite. Asfalto poco abrasivo e temperature relativamente basse, potrebbero orientare soprattutto le 4×4 verso le più morbide RK7 rispetto alle RK5 a mescola più dura. A disposizione in caso di pioggia gli specifici Cinturato RW.

I PILOTI PIRELLI AL TOP NELL’EUROPEO: Larga rappresentanza Pirelli fra la ventina di R5 al via, ad iniziare da Kajetanowicz – che punta a conquistare punti decisivi verso il terzo titolo consecutivo – e Alexey Lukyanuk, attualmente primo e terzo in classifica generale. Dieci invece i protagonisti dello Junior U27, compresa Tamara Molinaro, leader della Ladies Cup. Fra gli altri al via da segnalare i tre piloti in lotta con le Mitsubishi Lancer per il titolo ERC2 – Zelindo Melegari, Tibor jr Erdi e Sergei Remennik – e Gianandrea Pisani con la Toyota GT86 CS-R3 ufficiale del programma varato da Aci Team Italia con il supporto di Pirelli.

I PILOTI PIRELLI AL TOP NELL’ITALIANO: Paolo Andreucci partirà con l’intenzione di vincere ed ipotecare il decimo titolo italiano piloti. L’ancora minorenne Kalle Rovanpera (Peugeot) e l’esperto Alessandro Perico (Skoda) saranno le altre punte Pirelli in un rally che potrebbe incoronare in anticipo sia il campione Junior che i vincitori dei tre trofei monomarca in scena a Roma (Peugeot 208 Top, Renault Clio R3T e Renault Twingo R1A) tutti con al vertice piloti con meno di 26 anni e tutti supportati da Pirelli.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati