WRC – Toyota, Koei Saga: “Abbiamo una squadra esperta”

WRC – Toyota, Koei Saga: “Abbiamo una squadra esperta”

La Toyota si proietta sempre più verso il ritorno nel Mondiale Rally, con l’ultima apparizione in veste ufficiale che manca dal 1999, stagione nella quale si aggiudicò il titolo costruttori, il terzo per la casa giapponese. Con circa 10.000 km di test sulle spalle, di cui l’ultimo effettuato ieri (lunedì 24 ottobre) dal Team Principal Tommi Makinen, che ha portato al debutto su asfalto la Yaris WRC con la nuova configurazione aerodinamica, il prossimo step al termine dell’omologazione FIA sarà il debutto, che avverrà al Rally di Monte Carlo, in programma il prossimo gennaio. Per ora è stato annunciato Juho Hanninen che, dopo aver ricoperto il ruolo di test driver, sarà il pilota ufficiale della squadra Toyota Gazoo Racing, mentre il secondo pilota sarà annunciato probabilmente al termine della stagione 2016. Tra i membri all’interno dello staff vi è il Direttore, Direttore Tecnico e Vice Team Principal di Toyota Gazoo Racing WRC, Koei Saga, che crede fortemente nel progetto nonostante la lunga assenza nel panorama rallystico. Saga ha dichiarato a wrc.com di credere nella squadra, che sarà in grado di aggiudicarsi dei buoni risultati: “L’ultima volta che abbiamo trionfato in questa competizione è stato quando ricoprivo il ruolo di direttore generale della sezione Motorsport, diversi anni fa. Naturalmente i tempi sono cambiati e ho avuto alcune preoccupazioni, ma ho fiducia nei membri del team, i quali stanno facendo davvero, davvero un buon lavoro, un lavoro splendido. Affronteremo diverse sfide, ma noi dal Giappone assieme al personale della sede, sosterremo la squadra in loco e condivideremo gli stessi obiettivi. Sono convinto che avremo dei buoni risultati e sono impaziente di vedere i nostri avversari.” La Yaris WRC è stata progettata partendo da un foglio di carta, osservando attentamente tutti gli aspetti dei nuovi regolamenti FIA che entreranno in vigore dalla prossima stagione e che doneranno alle vetture maggiore aerodinamica e potenza. A tal proposito sono stati elencati i pro e i contro riguardo la progettazione da zero della macchina. “Può essere un vantaggio, perché siamo liberi senza essere influenzati dal passato, ma naturalmente non disponiamo di alcun punto di riferimento. Quando si parla di rally non si tratta solo di periodi competitivi, quindi è probabilmente un deficit non avere una macchina attualmente in attività per poter effettuare delle prove comparative. Tuttavia, siamo sempre determinati e abbiamo una squadra esperta.”

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati