CIR – Umberto Scandola vince in rimonta il Rally di Roma Capitale! Beffato Paolo Andreucci che però avvicina la vetta del campionato

CIR – Umberto Scandola vince in rimonta il Rally di Roma Capitale! Beffato Paolo Andreucci che però avvicina la vetta del campionato

Il 4° Rally di Roma Capitale è stato lo scenario perfetto per il penultimo round della stagione 2016 del Campionato Italiano Rally. Con due prove speciali davanti all’EUR e trasferimenti che hanno toccato i luoghi e i monumenti più iconici della città eterna, la corsa organizzata da Max Rendina ha offerto uno spettacolo entusiasmante con uno scontro durissimo tra Umberto Scandola, Paolo Andreucci e Giandomenico Basso.

Il pilota veronese di Skoda Italia ha aperto le ostilità conquistando la prima prova spettacolo nella cornice del Colosseo Quadrato, ma nella mattinata di sabato non è stato molto incisivo, lasciando sfogare Basso e Andreucci. Ma proprio quando sembrava fatta per l’alfiere BRC, la Ford Fiesta ha subito ben due spegnimenti che hanno fatto perdere all’equipaggio Basso-Granai i 10″3 di vantaggio che poteva vantare su Andreucci. Il pilota toscano ne ha approfittato, conquistando il successo di Gara 1 con la Peugeot 208 T16 e precedendo di 0″5 il rimontante Umberto Scandola. Terzo ha chiuso Giandomenico Basso, staccato di ben 33″.

Alessandro Perico, sempre tra i protagonisti su asfalto, si è assicurato una quarta posizione molto importante per la classifica riservata ai piloti privati. Corsa da dimenticare per il team BRC: oltre ai problemi che hanno rallentato Basso, Simone Campedelli ha staccato una ruota alla propria Ford Fiesta GPL nell’ultima prova speciale in programma, scivolando fino al nono posto.

In Gara 2 è arrivata la riscossa (con interessi) di Umberto Scandola. Il veronese ha condotto la sua Skoda Fabia R5 al successo di tappa e assoluto, beffando rispettivamente Basso e Andreucci di 5″ e portando a 2 i successi personali al Rally di Roma Capitale. Con il secondo posto di giornata, Basso si riprende la leadership in classifica generale persa sabato a favore di Paolo Andreucci, terzo nella seconda manche ma secondo assoluto. L’alfiere Peugeot rimane comunque staccato di meno di un punto dalla vetta della classifica ma dovrà stare attento anche a Scandola, salito a quota 74,50 contro i 80,75 di Basso e i 80 punti di Ucci.

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati