CIR – Peugeot parte dal Ciocco per difendere il Tricolore

Accanto al campione Andreucci su 208 T16 il giovane Testa su 208 R2

CIR – Peugeot parte dal Ciocco per difendere il Tricolore

E’ tutto pronto per il debutto stagionale della 208 T16 al Rally de Il Ciocco. Affidata alla coppia Paolo Andreucci – Anna Andreussi, dovrà difendere il Tricolore 2015 sulle strade della Garfagnana.

La gara sarà anche il palcoscenico per l’esordio del Peugeot Rally Junior Team con Giuseppe Testa e Daniele Mangiarotti sulla 208 R2.

Gli equipaggi

“Dopo tanto parlare della nuova stagione, finalmente è il momento di salire in macchina, allacciarsi cinture e casco e partire. Una sfida impegnativa, lo sappiamo, visto il valore dei nostri avversari. Dovremo essere bravi a non deconcentrarci e a capire da subito le insidie della nuova formula del CIR. Gara 1 e Gara 2 sono una novità nel mondo del rally, per cui le tattiche andranno modificate ed adattate. Il Ciocco 2016 ha sicuramente fatto un ulteriore ed importante spazio per quanto riguarda la comunicazione ed il coinvolgimento del pubblico. A cominciare dalla partenza e dalla prova spettacolo di apertura a Forte dei Marmi, portando la corsa in mezzo alla gente. Anche nei giorni seguenti le prove di Massa- Sassorosso, Molazzana, Ciocco e Careggine vanno in questa direzione. A livello tecnico sarà un rally dai due volti. Gara 1 con tante prove brevi, che darà sicuramente vita a battaglie sul filo dei secondi con un classifica che prevedo molto corta…se fai un errore o hai un inconveniente con speciali con un chilometraggio basso non si corre il rischio di perdere molto tempo dagli avversari. Una dinamica che invece non incontreremo in Gara 2. La costante sarà quella di una gara comunque difficile con un fondo medio viscido, da interpretare e da affrontare da subito con le migliori regolazioni sulla vettura” – il commento del nove volte campione italiano.

“Il Ciocco dell’anno passato è stata la migliore gara della stagione e sono riuscito a vincere la categoria junior. L’auspicio ovviamente è quello di ripeterci. Non sarà facile ed è innegabile che sentiamo addosso un po’ di pressione per questa prima gara da ufficiali, diciamo che nel 2015 abbiamo affrontato la gara mentalmente più liberi senza l’obbligo di ragionare in ottica campionato. Andiamo comunque ad affrontare il primo impegno stagionale con la consapevolezza di poterci esprimere al meglio, grazie al lavoro effettuato con la squadra durante le sessioni di test. Con la squadra abbiamo lavorato sull’assetto, sperimentando le diverse soluzioni che potrebbero esserci in gara. Ottime sensazioni dalla nostra 208 R2, ma solo quando
scatterà il semaforo verde della prima PS sapremo veramente il nostro livello di performance” – la dichiarazione del molisano.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

CIR

CIR | Targa Florio 2020, gli iscritti

La lista dei partenti alla Targa Florio
Nuovo atto del Campionato Italiano Rally con la Targa Florio, appuntamento rinviato alle soglie dell’autunno dopo la ridefinizione dei calendari