CIR 2016 – La grande sfida Pirelli

Partenza della stagione dal classico Ciocco il 18 e 19 marzo

CIR 2016 – La grande sfida Pirelli

Parte nel weekend in Garfagnana il Campionato Italiano Rally 2016 con il tradizionale appuntamento del Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, quello di casa per il nove volte Campione d’Italia Paolo Andreucci. Per Pirelli si tratta dell’inizio della sfida stagionale con lo straordinario record di titoli conquistati nella stagione 2015: cinque tricolori assoluti, tutti quelli in palio. A cui si sono aggiunti una serie di altre Coppe e Trofei e la vittoria assoluta in cinque delle otto gare in programma.

Rispetto allo scorso anno, nel CIR cambiano le regole per le gomme. Da quest’anno si possono utilizzare esclusivamente i cosiddetti “nuovi pneumatici FIA”, contraddistinti da un disegno unico e da almeno due incavi longitudinali, introdotti dalla federazione internazionale anche per contenere le prestazioni sull’asfalto. Nuova anche la limitazione sul numero impiegabili in ciascuna gara. Per tutte quelle su asfalto se ne potranno utilizzare al massimo 14.

In particolare i concorrenti con “scarpe” milanesi avranno a disposizione la famiglia dei PZERO RK, disponibile per ruote da 14” a 18” e con tre tipi di mescola: RK5 (mescola dura), RK7 (mescola media) e RKW7 (mescola per il bagnato). Una quarta mescola, RK9/SS (morbida) è riservata alle sole ruote da 18”.

I principali piloti
: I campioni d’Italia in carica Paolo Andreucci-Anna Andreussi, il vincitore dell’ultima edizione del rally, Alessandro Perico, ed il campione italiano junior 2015 Michele Tassone – tutti con le Peugeot 208 T16 R5 – saranno all’inseguimento del titolo italiano assoluto. Per il titolo destinato ai piloti Under 25, il tricolore junior, sarà Giuseppe Testa ad assumersi il ruolo di punta, mentre nel 2 Ruote Motrici da sottolineare fra gli altri la presenza degl ambiziosi Luca Panzani – vincitore con Pirelli del Trofeo Twingo 2015 – e Ivan Ferrarotti – lo scorso anno campione Produzione.

Leggi altri articoli in Rally

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati