CIR – Testa: “Resto coi piedi per terra ma sogno il titolo alla Targa Florio”

Il molisano pronto al debutto con il Junior Team Peugeot

CIR – Testa: “Resto coi piedi per terra ma sogno il titolo alla Targa Florio”

Sarà l’equipaggio formato da Giuseppe Testa e Daniele Mangiarotti a sedersi nell’abitacolo della 208 R2 del Junior Team Peugeot a partire dal prossimo 18 marzo quando scatterà il Rally del Ciocco, appuntamento d’apertura del Tricolore 2016.

Molisano di Campobasso il pilota classe ’94 proveniente dalla scuola dell’ACI Team Italia è fresco reduce da un secondo posto nella speciale classifica dei “piccoli” del CIR e ora è pronto a fare il grande salto.

Manca ormai pochissimo all’inizio del campionato quali sono le tue sensazioni?

Sono abbastanza emozionato. Entrare in una squadra ufficiale è un sogno che si avvera e poi il Leone per me rappresenta una famiglia. Sin da subito infatti mi hanno fatto sentire a casa

Hai già un’idea di massima di come sarà l’auto?

So che dovrebbe essere più o meno uguale a quella dell’anno scorso ma per avere un quadro chiaro dovrò aspettare i primi test in programma fra venti giorni. Io sono ottimista, per cui spero di partire col piede giusto già dalla Toscana

Il successo ottenuto dal tuo predecessore Tassone ti mette pressione?

No però sento di avere una grossa responsabilità. Sono consapevole che la scuderia si attende il bis. Nel 2015 mi sono battuto a lungo con Michele che alla fine ha avuto la meglio. Questa volta quindi dovrò cercare di fare meglio

Parlando delle gare. Quale ti piacerebbe vincere più delle altre?

Diciamo che il mio approccio sarà quello di concentrarmi su ogni appuntamento con il target di raccogliere il massimo dei punti per entrambe le classifiche, tuttavia sarebbe fantastico arrivare davanti alla Targa Florio e magari aggiudicarmi il titolo. Sulle strade siciliane si respira un calore e l’atmosfera unici!

E invece cosa ci racconti della tua spalla destra, elemento cardine del mondo del traverso?

Con il navigatore ci siamo dettagli, però quando c’è un rapporto di amicizia tra due persone tutto diventa più semplice

Infine l’immancabile domanda sul campionissimo Andreucci. Ti sta dando qualche consiglio?

Sicuro, me ne ha dati diversi. Lo conosco da tre anni ed è una persona splendida. Non vedo l’ora di lavorare con lui. So che se avrò delle difficoltà lui sarà lì ad aiutarmi

CIR – Testa: “Resto coi piedi per terra ma sogno il titolo alla Targa Florio”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati