Anteprima Formula E Pechino: le Novità Regolamentari

Anteprima Formula E Pechino: le Novità Regolamentari

A meno di tre giorni dal via della seconda stagione, gli organizzatori della Formula E, capitanati da Alejandro Agag, hanno confermato le modifiche al regolamento che entrerà in vigore a partire dalla gara cinese.   Una delle novità regolamentari più importanti per la seconda stagione della Formula E è l’aumento della potenza delle batterie. La Williams già nei test di Donington ha fornito una nuova batteria che permetterà il passaggio da 150 a 170 kW in configurazione gara. Tuttavia non è cambiato il limite di 28kW/h per la complessiva durata della gara, quindi le squadre per sfruttare al massimo l’aumento di kW dovranno avere maggiore efficienza nei sistemi di bordo. In qualifica, invece, il limite massimo resterà fissato a 200kW come nella passata stagione. A cambiare sarà invece il format, con l’introduzione della superpole. Durante i quattro consueti gruppi di cinque auto ciascuno, l’organizzazione ha diminuito il tempo utile, costringendo di fatto i piloti a percorrere un solo giro lanciato al massimo della potenza. Al termine di questa prima fase, gli autori dei cinque migliori tempi scenderanno in pista uno alla volta, a partire dal più veloce, per completare un altro giro lanciato che determinerà la top 5. Al poleman, come nella passata stagione, saranno attribuiti ben tre punti.   Un’altra novità regolamentare riguarda l’introduzione della “full course yellow”. Quando indicato dai commissari i piloti dovranno procedere a fila indiana a 50km/h con l’obbligo di mantenere invariato il distacco dalla vettura che precede per l’intera durata della neutralizzazione.   Per quanto riguarda le penalità i piloti potranno essere puniti in diversi modi. Per i casi meno gravi i piloti dovranno scontare 5 o 10 secondi al cambio vettura o sul tempo finale (sul modello della Formula 1). Se le infrazioni saranno più gravi i commissari potrebbero infliggere un drive through o nei casi peggiori uno stop&go di 10”.   Per porre maggiore attenzione sull’efficienza dei sistemi elettrici, l’organizzazione ha deciso di aumentare di un giro la distanza della gara di Pechino che, oltre ad aprire la stagione, rappresenta la pista più lunga del calendario.    

Leggi altri articoli in Formula E

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati