WRC – Sordo: “Note e ricognizioni fondamentali in Corsica”

Per Paddon ed Abbring sarà la prima volta sugli asfalti dell'isola transalpina

WRC – Sordo: “Note e ricognizioni fondamentali in Corsica”

Tornata nel calendario dopo un’assenza che durava dal 2008 la Corsica vedrà per la prima volta ai nastri di partenza delle sue speciali la Hyundai, presente sull’isola con tutte e quattro le i20. “Sarà una gara dura sia dal punto di vista sportivo con le incognite del meteo e quindi dell’assetto e delle gomme da scegliere, che logistico per gli spostamenti richiesti ai piloti i quali ogni notte dormiranno in una città diversa – ha dichiarato il boss Michel Nandan – Noi ci arriviamo con discreto ottimismo visto che Neuville e Sordo hanno ben figurato in passato. L’obiettivo sono i punti e la conferma della seconda piazza costruttori”. “Sono legato a questa prova da ottimi ricordi in particolare penso al successo del 2011 quando correvo nell’IRC – il racconto di Thierry – So comunque che il percorso è stato cambiato, quindi sarà una novità pure per me. Di certo mi aspetto strade strette, sconnesse e rovinate quindi bisognerà stare attenti alle forature come ai cambiamenti climatici. La pioggia infatti può arrivare in fretta. Non sarà facile trovare il ritmo”. “Sarà essenziale fare delle buone ricognizioni e avere delle note affidabili in modo da poter spingere senza preoccupazioni – ha affermato Dani – Di fatto si tratta di prove tecniche abbastanza pericolose per via degli strapiombi per cui necessitano di grande accuratezza”. “E’ un evento leggendario e per quanto mi riguarda spero di poterlo onorare facendo meglio della Germania, ultima corsa su tarmac disputata – ha spiegato Hayden Paddon – Con la macchina mi sento a mio agio. Vedremo come andrà”. “immagino sarà diverso rispetto al Deutschland – il commento di Kevin Abbring – L’essenziale sarà gestire le gomme e i tanti chilometri che caratterizzano ciascuna ps. Mi auguro di riuscire a mettere in pratica quanto imparato negli socrsi appuntamenti”.

Leggi altri articoli in Rally

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati