Dakar 2015 – Quinta tappa al russo Vasilyev tra le auto

Nelle moto acuto di Coma

Dakar 2015 – Quinta tappa al russo Vasilyev tra le auto

La quinta tappa da Copiapo a Antofagasta di 458 km ha visto ancora una volta una Mini tagliare il traguardo davanti a tutti. Non però quella del capoclassifica Nasser Al-Attiyah, quarto e rallentato da una foratura, ma quella del russo Vladimir Vasilyev alla sua prima vittoria alla Dakar. Dietro di lui di appena 20″ Yazeed Al-Rajhi su Toyota e di 1’25 Robby Gordon. Quinta la Peugeot di Stephane Peterhansel, quindi Giniel De Villers, principale rivale del qatariano, Krzysztof Holowczyc e Nani Roma. Decimo Orlando Terranova e trentatreesimo Romain Dumas su Optimus.

Da segnalare il rogo che ha coinvolto, senza conseguenze, dopo appena 3 km dal via il francese Guerlain Chicherit, il ritiro post capottamento, per ben cinque volte, di Carlos Sainz, finito contro un masso e i grossi problemi tecnici lamentati da Cyril Despres sulla sua 2008 che l’hanno costretto a stare fermo per due ore.

Tra le moto successo di Marc Coma su KTM in testa dal chilometro 40. Alle sue spalle il leader della generale Joan Barreda Bort su Honda, penalizzato dal ruolo di apripista e giunto con 2’16 di ritardo e Pablo Quintanilla. Quarto lo slovacco Svitko, quindi l’hondista Paulo Goncalves. Ottavo il vincitore della terza prova Matthias Walkner, quindicesimo Ruben Faria e diciottesimo Alessandro Botturi su Yamaha.

Nei quad nuovo successo Yamaha e del polacco Rafal Sonik, ancora primo nell’overall, davanti al favorito per la coppa finale Ignacio Casale giunto a ben 10’51 e a Jeremias Gonzalez Ferioli. Quarto Sergio Lafuente.

Nei camion il capogruppo Eduard Nikolaev su Kamaz beffa Airat Mardeev e il bielorusso Siarhei Viazovich su Maz. Quarto Ales Loprais su Man. Sesto Andrey Karginov.

Leggi altri articoli in Rally

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati