Superstars International Series – Test per il team Solaris Motorsport

Prosegue lo sviluppo della Chevrolet Lumina

Superstars International Series – Test per il team Solaris Motorsport

Nella sede del team Solaris Motorsport lo sviluppo della Chevrolet Lumina prosegue freneticamente. Dopo il successo ottenuto da Francesco Sini sulla pista del Mugello a inizio giugno, la squadra si è prodigata per ideare nuove soluzioni, al fine di consentire al pilota abruzzese di lottare negli ultimi tre appuntamenti della stagione per il titolo tricolore.

Quinto nella classifica del Campionato Italiano, a sole 16 lunghezze dallo svedese della Audi Sport KMS Johan Kristoffersson, Sini è pienamente in gioco per la volata finale e più che mai deciso a riscattarsi dopo i due sfortunati weekend di Budapest (dove è riuscito a raccogliere solamente un migliore ottavo piazzamento) e Spa-Francorchamps.

I primi di settembre, la “supercar” americana scenderà in pista a Vallelunga, sede della penultima tappa del calendario 2012 (l’ultima, appunto, del Campionato Italiano), per una sessione di test che avrà lo scopo di provare gli ultimi aggiornamenti.

“Seppur competitivi, sia in Ungheria che in Belgio siamo stati afflitti da problemi di varia natura – ha commentato Sini -. Problemi dovuti alla non perfetta conoscenza della vettura che possiamo definire in continua evoluzione. Durante la pausa estiva abbiamo lavorato su alcuni aspetti tecnici. Siamo convinti che con questi “upgrade” potremo tornare sugli standard di Monza, Imola e Mugello, dove siamo sempre stati al “top”. Possiamo ancora puntare al titolo del campionato italiano e, allo stesso tempo, ad ottenere un piazzamento nelle prime cinque posizioni della Serie Internazionale. Sono abbastanza ottimista…”.

Risultato conclusivo a parte, la stagione di Sini è stata complessivamente positiva. Da menzionare, a parte l’affermazione messa a segno sul tracciato toscano, il terzo posto di Monza in Gara 2 e ancora i due quarti piazzamenti di Imola e Donington.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati