WRC | Verso il Rally Italia Sardegna: la storia dei successi Citroen

Ripercorriamo gli anni d'oro del double chevron in Sardegna

WRC - Citroen si prepara al Rally Italia Sardegna, round del Mondiale dove ha ottenuto cinque successi con due equipaggi differenti su tre modelli: mattatore ovviamente Sébastien Loeb
WRC | Verso il Rally Italia Sardegna: la storia dei successi Citroen

Poco meno di due settimane e il nostro Paese ospiterà la settima prova del calendario WRC, il Rally Italia Sardegna, che si terrà nel nord dell’isola dal 7 al 10 giugno prossimi. Per Citroen si tratterà di un nuovo inizio dopo la cacciata dalla valle dell’Eden del peccatore Kris Meeke, messo alla porta con il navigatore Paul Nagle dopo una serie di incidenti che oltre a mettere a rischio ogni volta la vettura e i frutti dello sviluppo e del lavoro su di essa(danneggiare in maniera profonda una roll-bar non è da tutti) potevano causare gravi pericoli all’equipaggio. La casa del double chevron volta ora pagina per ricostruire le fondamenta di una stagione che va assolutamente recuperata, visto il quarto posto nella classifica costruttori e il decimo di Craig Breen in quella piloti, miglior risultato tra gli equipaggi Citroen (escludendo l’ottavo di Meeke prima che fosse gentilmente accompagnato alla porta).

Ma la storia della casa francese nella prova italiana che ha messo radici in Sardegna dal 2004 è costellata di soddisfazioni e successi (be cinque vittorie con tre modelli e due equipaggi diversi), cosa che potrebbe far sperare per un reboot della stagione in cui Mads Østberg prenderà la fascia di capitano di Meeke, assieme ovviamente a Breen.
Nella prima edizione del 2004, quando il Rally Italia Sardegna sostituì Sanremo come location per la tappa tricolore del WRC, Citroen salì sul podio con il secondo posto di Sébastien Loeb e il terzo di Carlos Sainz (sembra passata un’era geologica) a bordo della Xsara WRC, quando l’appuntamento si disputava in autunno, nei primi giorni di ottobre. Il 2004 è l’anno del primo titolo iridato del cannibale francese e del secondo Mondiale costruttori per Citroen, e quell’appuntamento in Sardegna contribuì a suo modo a questo successo, oltre ad essere il preludio di un connubio trionfante tra il pilota e la casa automobilistica. Il 2005 fu un anno da incorniciare, con 11 successi della Xsara WRC, tra cui la prima vittoria al Rally Italia Sardegna per Loeb (che a sua volta si porta a casa, a fine anno, 9 tappe del Mondiale); sempre nel 2005 si affacciava nelle corse che contano Dani Sordo (attualmente in Hyundai), che con la Citroen C2 Super 1600 conquistava la sua prima vittoria del Campionato riservato alla categoria Junior, nella quale poi trionfò in quell’anno. Sono anni felici per il binomio Citroen-Loeb, perché anche nel 2006 arrivò un altro successo in Sardegna, anche se la Xsara WRC del pilota era preparata dal team privato Kronos, giacché la casa del double chevron si stava concentrando nello sviluppo di quella che sarà la nuova C4 WRC. Dani Sordo debutta tra i grandi e da terzo driver ufficiale conquista il gradino più basso del podio.
La C4 esordisce così l’anno successivo, guidata dal pilota spagnolo che però non va oltre il terzo posto: a rimettere le cose a posto ci pensa Loeb che nel 2008 rivince ancora in Sardegna dopo una lotta serrata con gli avversari Mikko Hirvonen e Jari-Matti Latvala. Il francese continua a mietere successi nel WRC, ma per tornare al trionfo al Rally Italia bisogna aspettare il 2011, quando a bordo della Citroen DS3 WRC vince ancora sugli sterrati sardi: terzo colui che prenderà il testimone di Loeb come pluri iridato del Rally Mondiale, Sébastien Ogier, alla guida dell’altra DS3 WRC ufficiale. Arriviamo così all’ultimo successo per Citroen in Sardegna, ovvero il 2012, con Mikko Hirvonen e Jarmo Lehtinen. Sei anni a secco che la casa francese spera di poter cancellare, magari ripartendo da zero.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati