FIA WEC | Ufficializzata l’entry list per la 24 Ore di Le Mans

Sono 60 le vetture iscritte

FIA WEC – La 24 Ore di Le Mans è ormai alle porte, con meno di trenta giorni a disposizione dei team per prepararsi alla grande classica francese. Quest’anno molti sono i volti noti che parteciperanno alla corsa così come le marche pronte a lanciarsi la sfida in pista.
FIA WEC | Ufficializzata l’entry list per la 24 Ore di Le Mans

Il conto alla rovescia è ufficialmente iniziato: mancano poco meno di trenta giorni all’86esima edizione della 24 Ore di Le Mans, la più prestigiosa e importante corsa dell’anno e del motorsport, ambita da molti e vinta da pochissimi. Tante novità per il 2018, così come molte le conferme.

Nella giornata odierna è stata rilasciata l’entry list ufficiale, contenente al suo interno ben 60 vetture divise in quattro classi: 10 LMP1 – di cui le due ibride della Toyota –, 20 LMP2, 17 LMGTE Pro e 13 LMGTE AM; una parata di colori e di piloti così eterogenei fra di loro che assicura uno spettacolo mozzafiato. Un nome che brilla su tutti è quello di Fernando Alonso, vincitore a Spa-Francorchamps al debutto assieme a Sébastien Buemi e Kazuki Nakajima a bordo della Toyota, naturale favorita di quest’anno dopo aver perso clamorosamente (e con molta sfortuna) negli ultimi anni; in pista ci sarà anche una seconda vettura affidata a Mike Conway, Kamui Kobayashi e Jose Maria Lopez. Tanti ex Formula 1 a Le Mans, a cominciare da Jenson Button che correrà con BR Engineering BR1 della SMP Racing, in coppia con altri due ex (o quasi) del Circus quali Vitaly Petrov e Mikhail Aleshin; Pastor Maldonado sarà della partita con una Oreca 07 della DragonSpeed, mentre Juan Pablo Montoya correrà con una Ligier JSP217 dell’United Autosport.

Tanti riproveranno a vincere la grande classica, in diverse categorie: André Lotterer, Neel Jani, Loïc Duval, Mike Rockenfeller, Marcel Fässler, Nick Tandy, Earl Bamber, Romain Dumas, Jan Lammers e Timo Bernhard sono coloro che hanno vinto la 24 Ore nell’assoluto e che, per ragioni varie, lotteranno classi più basse. Occhi puntati sulla Cetilar Villorba Corse, che porta alto i colori dell’Italia ancora una volta dopo il debutto del 2017 e sempre con l’inossidabile tandem Giorgio Sernagiotto/Roberto Lacorte più l’aggiunta Felipe Nasr, in sostituzione di Andrea Belicchi.

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati