CIRT | Seconda prova stagionale al Rally dei Nuraghi e Vermentino

La start list del nuovo appuntamento del Rally Terra

CIRT - Questo weekend si correrà la seconda prova stagionale del Campionato Italiano Rally Terra: si fa tappa in Sardegna, negli scenari che ospitano l'appuntamento WRC. Costenaro parte da favorito, ma ci sono delle new entry
CIRT | Seconda prova stagionale al Rally dei Nuraghi e Vermentino

Torna l’appuntamento del Campionato Italiano Rally Terra, che si appresta ad ospitare in Sardegna la seconda prova stagionale in occasione della sedicesima edizione del Rally dei Nuraghi e Vermentino. Dall’11 al 13 maggio lo scenario di Berchidda sarà il teatro del debutto isolano nella massima serie tricolore su terra. La gara infatti per la prima volta nella sua storia acquisisce validità come campionato nazionale con il coefficiente 1 e varrà anche per il torneo Regionale e parallelamente anche come prima edizione del Terre di Gallura (Campionato Italiano Cross Country Rally), ed infine per il terzo Rally del Vermentino Historicu.

Il Rally dei Nuraghi e Vermentino,  organizzato dalla Rassinaby Racing del presidente Andreino Menicucci, promette uno spettacolo ancora più interessante rispetto agli anni scorsi ed una competizione sempre più serrata per cercare di insidiare la leadership di Giacomo Costenaro. Si partirà da Loiri Porto San Paolo, in provincia di Sassari e situato nella zona est dell’isola: start previsto un minuto dopo le 20 nella giornata di venerdì 11, e proseguimento lungo le quattro speciali che avranno come palcoscenico naturale gli scenari, come quello di Monte Olia e Terranova, fanno parte del programma del Rally Italia Sardegna, in particolare delle ultime edizioni dell’evento valido per il WRC che si tiene nella Regione dal 2014. Si chiude domenica a Berchidda, con la cerimonia di premiazione in Piazza del Popolo.
18 le vetture R5 nella start list del CIRT 2018 che abbiamo approfondito in precedenza. Partiamo anzitutto dal già citato leader Costenaro, il vicecampione 2017 assieme al suo navigatore Justin Bardini: i due a bordo della Skoda Fabia R5 per la Hawk Racing Club arrivano dal successo nella prima prova stagionale al Liburna Terra, e se la vedranno con i diretti rivali Daniele Ceccoli e Piercarlo Capolongo, a bordo anch’essi della Fabia R5 per la Scuderia San Marino e che hanno aperto la stagione 2018 del CIRT con un terzo posto a Volterra; piazzamento però che è suonato come una beffa visto che stavano dominando le prime due speciali.
Tra gli altri partecipanti più in vista citiamo l’equipaggio MRC Sport formato da Nicolò Marchioro e Marco Marchetti, altro binomio su Skoda Fabia R5, l’altro pilota per la Hawk Racing Club Edoardo Bresolin, guidato sulla Peugeot 208 T16 R5 da Rudy Pollet, il veterano Giovanni Manfrinato con Claudio Condotta su Fabia R5, guidata anche dallo svizzero Federico Della Casa affiancato sul sedile destro da Domenico Pozzi, ottavi allo scorso Liburna ed infine il pilota di casa Francesco Tali, da Arzachena, con alle note Eneo Giatti su Ford Fiesta Evo 2 R5.

Ma la start list del Rally dei Nuraghi e Vermentino chiamerà a raccolta anche delle new entry: saranno della partita anche Fabrizio Andolfi Jr, rappresentante della famiglia savonese con il motorsport nel sangue: mentre il fratello si mette alla prova nel Mondiale Rally, il maggiore correrà nel CIRT su una Skoda Fabia R5 (con gomme Hankook) per il team Sport Management con lo scopo di accumulare quanta più esperienza preziosa possibile. Stessa auto per Mauro Trentin, guidato da Alice De Marco e in corsa per il team Movisport, che invece di esperienza ne ha e può vantare la vittoria nel Liburna Terra dell’anno scorso. Inoltre giocherà in casa il rientrante nella serie su terra Giuseppe Dettori da Arzachena, che avrà al suo fianco il fidato Carlo Pisano sulla Fabia R5 del team Autoservice Sport, già vittorioso nella gara sarda del 2017. Infine la stagione 2018 del CIRT partirà proprio dalla Sardegna per Luigi Ricci in coppia con Giacomo Ciucci (campione uscente su terra, assieme al giovane pilota Andrea Dalmazzini) su Ford Fiesta R5 per Movisport.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati