WEC | A Spa-Francorchamps pioggia di successi per Michelin

Vittoria Toyota in Belgio

WEC – Ancora una volta le coperture Michelin sono state ampiamente apprezzate dai piloti e dalle squadre, soprattutto Fernando Alonso. A Spa-Francorchamps il costruttore ha colto le vittorie in quasi tutte le categorie, esclusa la LMP2.
WEC | A Spa-Francorchamps pioggia di successi per Michelin

La Super Season del World Endurance Championship è iniziata nel migliore dei modi con ben 36 vetture iscritte al primo appuntamento di Spa-Francorchamps, dove si è svolta la 6 Ore che ha visto il dominio assoluto della Toyota e il debutto di Fernando Alonso.

Proprio lo spagnolo, attualmente impegnato in Formula 1 con la McLaren e prossimo all’esordio alla 24 Ore di Le Mans, ha conquistato la prima posizione, al fianco di Sébastien Buemi e Kazuki Nakajima, entrambi ex piloti del Circus rispettivamente con Toro Rosso e Williams. Il pilota originario di Oviedo ha elogiato le coperture Michelin ai test del Paul Ricard, affermando di poter concentrarsi quasi esclusivamente sulla guida e non sulla gestione delle gomme. Grazie alle prestazioni e all’affidabilità delle Michelin e della Toyota TS050-Hybrid, è arrivato così il successo all’esordio. La Rebellion R13 con motore Gibson è invece arrivata terza, ma prima tra i privati e, ovviamente, anch’essa montava le gomme francesi. La squadra svizzera, da anni impegnata del mondo dell’endurance, quest’anno porta in pista ben due vetture.

Nella classe LMP2 i partner di Michelin hanno mostrato ottime prestazioni durante la prima parte di gara e la Dallara #29 del Racing Team Nederland aveva condotto la corsa per due ore davanti all’Oreca 07 #31 della DragonSpeed; purtroppo la prima è stata costretta a trascorrere del tempo in garage per delle riparazioni, mentre la seconda ha perso terreno durante la safety car. Tra le LMGTE Pro la Ford di Chip Ganassi ha vinto davanti alla Porsche con la Ferrari terza e in ampia difficoltà, mentre tra le LMGTE Am l’Aston Martin è salita sul gradino più alto del podio.

Crediti immagine copertina: Michelin Motorsport

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati