WTCR | La rivincita delle grid girls sui piloti (e sugli uomini) [VIDEO]

Protagonisti Ehrlacher, Tarquini e Guerrieri

WTCR – Un divertente video pubblicato su Facebook vede diversi piloti affrontare un casting indetto da quattro grid girls, ormai scomparse dalle varie griglie di tutto il mondo.
WTCR | La rivincita delle grid girls sui piloti (e sugli uomini) [VIDEO]

Vi ricordate “La rivincita delle donne”, il film commedia con protagonista una splendida Reese Witherspoon che riesce a dimostrare al suo ex fidanzato e al mondo intero che le bionde non sono tutte frivole e senza cervello, andando a studiare legge e risolvendo brillantemente un caso di omicidio? Le grid girls, prendendo ispirazione, si sono prese la loro di rivincita.

Il simpatico siparietto proposto dal WTCR vede protagoniste quattro bellissime ragazze che, lamentatesi della loro scomparsa dalle griglie dei vari campionati motoristici (con un occhiolino strizzato verso la Formula 1), aprono un casting per decidere il miglior grid boy; una scelta fatta da sole donne contro una «decisione presa dagli uomini pensando cosa sia migliore per le donne». Il video prosegue con i vari piloti che si presentano e mostrano le loro qualità fisiche, tra cui Yann Ehrlacher, Gabriele Tarquini ed Esteban Guerrieri, proponendo diversi momenti che hanno sicuramente strappato più di un sorriso tra gli addetti ai lavori e gli appassionati. Ancora una volta, un colpo di genio da parte del Mondiale Turismo, che sa sempre mettersi in gioco – e in discussione – riuscendo a coinvolgere anche i propri driver.

Non ci resta che attendere il weekend del 10-12 maggio per rivedere in WTCR in pista, in occasione dell’ADAC Zurich Race of Germany sul leggendario Nürburgring Nordschleife, dopo aver visto tre diversi vincitori in Ungheria e Tarquini uscirne ancora leader incontrastato assieme al BRC Racing Team. La gara tedesca sarà di contorno alla più famosa 24 Ore, ma saprà sicuramente regalarci non poche sorprese.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati