Porsche Carrera Cup Italia | Il rookie Mosca mette tutti in fila in Gara 1

I risultati della gara 1 del primo round di stagione a Imola

Porsche Carrera Cup Italia - Successo per il giovanissimo Tommaso Mosca nel primo appuntamento di stagione del trofeo monomarca. Gara 1 segnata da due safety car in pista e una lotta accesa tra i piloti. Oggi Gara 2
Porsche Carrera Cup Italia | Il rookie Mosca mette tutti in fila in Gara 1

E’ partita nel weekend la stagione 2018 della Carrera Cup Italia, il torneo monomarca Porsche giunto al suo dodicesimo anno di vita. L’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola è il teatro del primo round del campionato sulle performanti 911 GT3 Cup di seconda generazione, con a bordo 28 piloti su 25 vetture in rappresentanza di otto team, ed è anche il palcoscenico della performance esaltante di un giovane rookie che ha dominato la gara 1 di sabato.

Il 18enne Tommaso Mosca, nel motorsport dal 2004 sui kart e all’attivo la sua prima gara ufficiale su ruote coperte nel 2017 nell’Audi Sport TT Cup, ha dimostrato la stoffa dei veterani e il sangue freddo di chi riesce ad affrontare senza perdere la concentrazione due regimi di safety car (il primo al giro 2) e i combattuti giri finali. Il bresciano che corre per la Tsunami RT – Centro Porsche Padova ha cominciato la sua gara terzo avendo la meglio sul duello tra Diego Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna), partito primo allo start, ed Enrico Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina), autore della pole di giornata e del record su giro di 1’42”959 messo a segno ieri. Mosca ha superato nel finale anche Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano), altro giovanissimo uscito dallo Scholarship Programme di Porsche Italia, e lo stesso Fulgenzi.
Quest’ultimo se l’è date di santa ragione con Bertonelli, il quale è uscito fuoripista alla curva Villeneuve rientrando poi in gara con un danno allo splitter: ma si sa che tra i due litiganti il terzo gode, e così Mosca ha doppiato Fulgenzi e, dopo aver regolato anche un Cazzaniga capace di domare la lotta senza quartiere tra i primi sette delle classifica scatenatasi dopo la safety car, taglia il traguardo a braccia alzate. Il pilota della Ghinzani Arco è stato invece autore di un contatto con Luca Pastorelli, che sconta così dieci posizioni di penalità nelle griglia di gara 2, e che ha causato così l’entrata in pista della prima safety car di giornata; la seconda è stata impiegata al giro 8 in seguito al testacoda di Simone Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) che ha coinvolto Luca Segù (Ghinzani Arco Motorsport), mentre il primo stava risalendo dall’undicesimo posto al settimo ed il secondo stava avanzando nella sua direzione. Beffa per quest’ultimo che è stato costretto al ritiro nonostante avesse fatto segnare il miglior giro in gara e la conquista del primo punto personale nella Porsche Carrera Cup Italia.
Mosca intanto si gode il successo, in una gara dove ha ammesso di essersi divertito molto grazie anche alla vettura «competitiva» e al «gran lavoro» di Tsunami Racing.
Sul terzo gradino del podio lo stesso Fulgenzi che prende il posto di Iaquinta (Ombra Racing – Centro Porsche Catania), che ha concluso sì gara 1 alla posizione numero tre ma ha dovuto scontare 25 secondi di penalità nel dopogara per via di un contatto con Pellegrinelli, scivolando così in diciassettesima posizione. Stessa penalizzazione per Giovanni Berton per aver tagliato alla Variante Alta e ancora peggio per Sergio Campana, autore di vari contatti e perciò messo fuori dalla classifica. Di conseguenza Alessio Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) si è ritrovato quarto, Bashar Mardini (GDL Racing) ha concluso quinto (ed ottiene anche la Michelin Cup) e Diego Bertonelli sesto, il quale partirà dalla pole nella gara 2 di oggi per via della griglia invertita rispetto ai primi sei classificati in gara 1.
A proposito della Michelin Cup, il resto del podio è completato da Niccolò Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze) e Marco Cassarà, di ritorno nella competizione. Nel format della Silver Cup, di nuova concezione e riservato alle vetture modello 991 gen. I, trionfa l’esperto Gianluca De Lorenzi per GDL Racing, di cui è anche team manager.

Questa mattina si disputa gara 2 alle ore 11.05, sempre sulla distanza di 28 minuti + 1 giro. Diretta televisiva su Italia 1 e live streaming in HD sul sito ufficiale www.carreracupitalia.it.

La classifica di gara 1:
1. Mosca (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) 13 giri in 30’07”466 media di 127,107 km/h; 2. Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 0”628; 3. Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) a 3”877; 4. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 7”006; 5. Mardini (GDL Racing) a 7”678; 6. Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 7”831; 7. Nicola Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) a 9”901; 8. Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro porsche Firenze) a 9”922; 9. Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 10”252; 10. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 10”258; 11. Cassarà (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 10”962; 12. De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 11”401; 13. De Lorenzi (GDL Racing) a 13”408; 14. Palazzo (Ghinzani Arco Motorsport) a 13”730; 15. Verrocchio (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 15”498; 16. Reggiani (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 19”138; 17. Iaquinta (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 28”664; 18. Berton (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 31”325.

Calendario Carrera Cup Italia 2018: 27-29 aprile Imola; 11-13 maggio Le Castellet (Francia); 1-3 giugno Monza; 15-17 giugno Misano Adriatico; 13-15 luglio Mugello; 7-9 settembre Vallelunga; 5-7 ottobre Imola (Porsche Festival).

 

Crediti Immagine di Copertina: Ufficio Stampa Porsche Italia

Leggi altri articoli in Monomarca

Commenti chiusi

Articoli correlati

Monomarca

Il Ferrari Challenge torna ad Imola

Il prossimo fine settimana si disputerà il secondo appuntamento stagionale
Nel prossimo fine settimana l’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola torna ad ospitare, dopo un anno di assenza,