WTCR | Tarquini: “Hyundai competitiva, felice di questo avvio di stagione”

Dichiarazione dei piloti Tarquini e Michelisz

WTCR – Si avvicina la seconda tappa in Ungheria del rinomato campionato turismo con Tarquini e il BRC Racing Team al comando. Attenzione a Michelisz che gioca in casa.
WTCR | Tarquini: “Hyundai competitiva, felice di questo avvio di stagione”

Non poteva che iniziare col botto la stagione della BRC Racing Team, che ha visto il proprio Gabriele Tarquini vittorioso in gara-1 e in gara-3 a Marrakech e attualmente al comando della classifica piloti. La squadra italiana – che allestisce la Hyundai i30 N TCR – è prima anche nella classifica riservata ai team, grazie anche ai punti conquistati da Norbert Michelisz, che in Ungheria correrà davanti al suo pubblico.

«Sono molto contento di correre davanti ai miei fan questo fine settimana all’Hungaroring» – ha dichiarato Michelisz – «A Marrakech, la Hyundai i30 N TCR, grazie al lavoro del BRC Racing Team, si è rivelata un’auto molto competitiva. L’Hungaroring è estremamente impegnativo ed i sorpassi sono difficili, cercherò quindi di fare del mio meglio in entrambe le sessioni di qualifica per cercare di partire il più avanti possibile». Vita più difficile per il Cinghio, che dovrà riconfermare i risultati raccolti a Marrakech: «Tutto è andato per il verso giusto in Marocco e domenica sera ho realizzato di essere leader del campionato piloti. Sappiamo che la pista di Marrakech è particolare e molto diversa dall’Hungaroring e che il campionato è lunghissimo quest’anno, ma sono molto contento di questo inizio. Ci avviciniamo alla prossima gara consapevoli di avere una vettura competitiva e spero che anche Norbi nel suo weekend di casa possa regalare al pubblico un ottimo spettacolo».

Il week-end ungherese sarà dunque un altro importante banco di prova per il BRC Racing Team, che vorrà sicuramente confermare le ottime prestazioni dimostrate al primo appuntamento, avversari permettendo. In Marocco Tarquini se l’era vista in gara-1 con  Thed Björk e Robert Huff, mentre in gara-3 era stato Yvan Muller ad insidiarlo seguito da un meno brillante Björk che dopo una ripartenza si era attardato nel dare gas. Le Hyundai i30 N TCR, in particolare quelle del BRC Racing Team, sembrano quelle da battere e soltanto un’altra vettura ha ottenuto una vittoria. Vedremo se l’Hungaroring darà riscontri positivi o ribalterà le carte in regola per la vettura coreana.

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati