Formula E – Santiago: Vergne precede Lotterer nella doppietta Techeetah al termine di una gara folle

Formula E – Santiago: Vergne precede Lotterer nella doppietta Techeetah al termine di una gara folle

É stata senza dubbio una delle gare più belle della storia di Formula E quella andata in scena a Santiago, nel primo e-prix cileno. Cinque vetture si sono giocate la vittoria fino all’ultimo giro, con uno strepitoso duello tra i compagni di squadra in casa Techeetah, Vergne e Lotterer, come leit motiv della seconda metà di gara. I due amici non si sono risparmiati, suonandosele di santa ragione tra staccate al limite e sportellate. Un vero spettacolo vedere due dei piloti più forti della categoria lottare a parità di vettura senza ordini di scuderia o artifici vari.

Una doppietta che permette alla squadra cinese Techeetah addirittura di comandare entrambe le classifiche mondiali: quella piloti con Jean-Eric Vergne e quella costruttori con due punti di vantaggio su Mahindra. La squadra indiana ha perso Nick Heidfeld già alla seconda curva, quando il tedesco ha tamponato Daniel Abt, ma Felix Rosenqvsit è riuscito a limitare i danni con una gran rimonta conclusa al quarto posto. Il pilota svedese ha perso la leadership di campionato, ma mantiene il contatto con Vergne. Il parigino comanda con 75 lunghezze, nove in più del rivale. Rosenqvist ha addirittura preceduto sul traguardo Sam Bird, suo principale inseguitore prima del via e ora terzo in classifica a 61 punti.

Il pilota inglese ha perso tempo con il pit stop ritardato che non ha dato il risultato sperato. Ancora peggio è andata al suo compagno Alex Lynn, bravo a sopravanzare Bird nel valzer delle soste e poi a cedere la posizione al compagno in lotta per il titolo. Purtroppo per lui però, la sua Ds Virgin lo ha abbandonato a tre quarti di gara.

Secondo podio consecutivo per Sebastien Buemi, in risalita dopo l’inizio difficile di Hong Kong. Il pilota Renault e.dams è tornato ad occupare con costanza le prime posizioni della graduatoria. Sfortuna nera invece per l’eterno rivale Di Grassi, costretto ancora una volta a parcheggiare la propria Audi a causa di un problema tecnico. Lucas stava risalendo il gruppo molto bene, dando il meglio di sé in rimonta. Ritirato anche il suo compagno Abt a causa dei danni riportati nel caos iniziale, in cui sono stati coinvolti anche Jose Maria Lopez e Maro Engel, che hanno costretto il gruppo a sfilare dietro la Safety Car per diversi giri.

Buona prova per le Jaguar, che tuttavia non riescono ancora a concretizzare l’enorme potenziale della propria vettura. Mitch Evans ha condotto una rimonta stellare dall’ultima posizione in griglia, concludendo settimo, proprio alle spalle di Nelson Piquet Jr. Il brasiliano è tornato finalmente sui propri livelli, conducendo una corsa tutta all’attacco, a partire dalla partenza, quando con una staccata micidiale è quasi andato a passare Vergne. Purtroppo Nelsinho ha commesso un errore mentre lottava con Buemi, sprecando un probabile podio. Chiudono la top ten D’Ambrosio, Da Costa e Prost, mentre è meglio stendere un velo pietoso sulla gara dei nostri Filippi e Mortara, entrambi al traguardo ma molto staccati dopo alcuni errori.

Leggi altri articoli in Formula E

Commenti chiusi

Articoli correlati