WTCR – Le prove della stagione 2018

WTCR – Le prove della stagione 2018

Sono nove le gare del calendario 2018 del FIA World Touring Car Cup (WTCR): ecco un breve riassunto di ciò che vedremo.

Circuit Moulay El Hassan (Marrakech), 7-8 aprile
Il Circuit Moulay El Hassan, costruito nella zona residenziale di Marrakech, è stato trasformato da tracciato cittadino a circuito semi-permanente grazie alle modifiche studiate dall’ingegnere tedesco Hermann Tilke. Ora la pista rispetti gli standard FIA Grade II, ma resta con i monti Atlas e la città di Marrakech come sfondo. Ora il tracciato misura 3km (prima era di 4,6 km). Sicuramente non mancherà il tifo per l’idolo locale Mehdi Bennani.

Hungaroring, 28-29 aprile
Situato vicino alla capitale Budapest, l’Hungaroring è diventato famoso per essere stato teatro del primo GP di F1 nel 1986, nell’epoca della Cortina di Ferro; in quella occasione vinse Nelson Piquet su Williams-Honda. Da quell’anno è sempre stato presente nel calendario di F1 e ormai è diventato appuntamento fisso anche per il WTCC. Molto popolari sono anche i tifosi locali, che hanno sempre sostenuto a gran voce il loro idolo Norbert Michelisz, autore di una fantastica vittoria nel 2015 scattando dalla pole con la sua Honda. Nel 2016 è stato completamente riasfaltato.

Nürburgring Nordschleife, 10-12 maggio
La Germania è tornata nel calendario del WTCC nel 2015 dopo tre anni di assenza. Chiaramente diventa difficile paragonare Oschersleben con il leggendario Nürburgring Nordschleife, lungo 25.378m e composto da 64 curve. L’evento dello scorso anno è stato di supporto all’ADAC Zurich 24h Rennen, con emozioni a non finire che hanno visto Yvan Muller battere José María López per soli 0″173 in Gara 1, distacco minimo per una gara del WTCC. In passato hanno corso pure i protagonisti della FIA European Touring Car Cup, impegnati nelle due gare da tre giri l’una.

Circuit Zandvoort, 19-21 maggio
E’ una delle novità del 2018 per il WTCR per un weekend di grande attrazione con le altre gare del TCR, che vedono il ritorno in Olanda di un Mondiale Turismo dal 2007. Quest’anno si festeggerà il 70° anniversario della pista che in passato era teatro del Gran Premio di Olanda di Formula 1. Nel 1939 la prima gara fu organizzata unendo le strade della città, poi venne realizzato il vero e proprio circuito permanente dopo la II guerra mondiale.

Circuito Internacional de Vila Real, 23-24 giugno
Un circuito bellissimo e ricco di storia quello del Portogallo. Le gare sui saliscendi di Vila Real risalgono al 1931, anno in cui Gaspar Sameiro ed Ercilio Barbosa vinsero l’evento sui 7.150m di pista con la loro Ford Model A. Negli anni a seguire non sempre vennero disputate gare, ma con l’arrivo del WTCC a Vila Real si è visto per la prima volta un Mondiale FIA. Il layout da 4.755m è ricco di curve, salite e discese, con diverse chicane inserite per motivi di sicurezza; l’ultima sezione in discesa vede le vetture toccare i 240km/h. Una cosa è certa: lo spettacolo è assicurato.

Circuito Termas de Río Hondo, 4-5 agosto
L’Autódromo Termas de Río Hondo è stato costruito dai progetti di Jarno Zaffelli. L’evento del WTCC ha visto il dominio dell’idolo locale José María López, vincitore nel 2013 (anno del suo debutto nella serie), nel 2014 (per due volte come pilota della Citroën) e nel 2015. Situato nella regione argentina di Santiago del Estero, l’Autódromo Termas de Río Hondo lo scorso anno è stato teatro del primo evento stagionale, ma nel 2016 tornerà ad essere appuntamento di agosto. Sono attesi migliaia di fan.

Ningbo International Speedpark, 29-30 settembre
Situato vicino a Chunxiao, lungo la costa Beilun, il tracciato sorge a Ningbo, la più grande città portuale ed industriale della Cina con una popolazione di oltre 7 milioni di abitanti. Siamo in provincia di Zhejiang e per la prima volta la WTCC Race of China si è disputata qui nell’ottobre del 2017 dopo un anno di costruzioni costate 950 milioni di Yen (122 milioni di euro). Sono state coinvolte almeno 500 persone nel progetto che ha visto una zona in disuso completamente trasformata in autodrono di Grado 2 FIA e FIM. Si gira in senso antiorario lungo le 22 curve, con tratti di larghezza fra i 12 e i 18 metri.

Suzuka International Racing Course, 27-28 ottobre
Il Giappone ospita le corse turismo dal 2008 e nel 2018 la nuova FIA World Touring Car Cup farà tappa a Suzuka a fine ottobre per il weekend assieme al finale della Super Formula. Costruito da Mobilityland, l’azienda che con Honda gestisce il Twin Ring di Motegi (dove la WTCC Race of Japan si è svolta per tre anni), questo tracciato a forma di 8 è una grande sfida per tutti i piloti dovuta alle numerose curve. Aperta inizialmente nel 1962 come pista per i test Honda, Suzuka ha visto ospitare il primo Gran Premio del Giappone di Formula 1 nel 1987.

Circuito da Guia (Macao, nella foto), 15-18 novembre
I 6,120km del Circuito da Guia di Macao alternano parti lente e tortuose a rettilinei lunghi e larghi ricchi di cambi di direzione e altitudine. Tutto ciò rende questo tracciato uno dei cittadini più impegnativi e spettacolari del mondo. Le corse turismo si tengono in questa regione a statuto speciale della Cina da oltre 50 anni, con la prima Guia Race organizzata nel 1972. Nel novembre 2017 il WTCC è tornato a disputare il penultimo evento del calendario e Rob Huff vi ha centrato la nona vittoria in carriera.

Un ulteriore evento verrà aggiunto il weekend del 21-22 luglio o del 6-7 ottobre.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Touring

Commenti chiusi

Articoli correlati