WRC – Hyundai Motorsport lancia il Driver Development Program

Il coreano Chewon Lim si cimenterà a bordo della i20 R5

WRC – Hyundai Motorsport lancia il Driver Development Program

Hyundai Motorsport continua la propria crescita lanciando il Driver Development Program: programma per lo sviluppo di piloti che andrà ad occupare un’altra casella nel panorama rallystico del team di Alzenau, seguendo l’esempio dell’accademia per giovani piloti della Toyota.

Il primo a godere del sostegno di tale programma sarà Chewon Lim. Il coreano, assieme al copilota, il belga Martijn Wydaeghe, disputeranno fino ad un massimo di 14 appuntamenti europei, tra cui Rally di Germania (17-20 agosto), oltre a sei appuntamenti del Tour European Rally Series, il cui inizio è previsto per il 4 maggio con il Rally di Transilvania. Lim e Wydaeghe, che debuttarono lo scorso giugno con una vettura di categoria R2, quest’anno avranno l’occasione di lavorare insieme a bordo della i20 R5, che debuttò al Tour de Corse lo scorso anno dopo mesi di sviluppi e test.

“Questo è un grande passo nella mia carriera di rally – ha detto Lim – Per far parte del Programma di Sviluppo di Piloti di Hyundai Motorsport e avere il supporto di un team WRC di successo è molto incoraggiante per me. La i20 R5 è un’altra sfida: gode di molta più potenza e dispone della trazione integrale, il che significa che dovrò adattare il mio stile di guida alla vettura. L’obiettivo è imparare sempre più ogni volta che salirò in macchina.”

Alain Penasse, Team Manager di Hyundai Motorsport: “Una delle cose che più mi hanno stupito di Chewon è la capacità di apprendere velocemente. Attraverso la sua formazione e la sperimentazione lo scorso anno ha imparato le basi del rally, ed è stato in grado di costruire un buon rapporto con il copilota Martijn. Nel 2017, con il sostegno del Programma di Sviluppo di Piloti Hyundai Motorsport, continuerà la loro progressione. Essi saliranno a bordo della i20 R5 per un anno ricco di eventi a cui parteciperanno. Sarà una nuova sfida per entrambi.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati