CIR – Testa parte dal Rally del Ciocco

Il vincitore del programma ACI Team disputerà anche sei manche iridate

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
CIR – Testa parte dal Rally del Ciocco

Partirà dalla 38esima edizione del Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, la stagione sportiva di Giuseppe Testa al volante di una 208 R2, gommata Pirelli, della scuderia piemontese Winners Rally Team.

Per l’equipaggio, già rodato in occasione di gare precedenti, il 2015 sarà ricco di impegni. Oltre al CIR infatti sarà impegnato in sei appuntamenti del WRC come previsto dal programma di ACI Team Italia per la creazione di un “vivaio” di giovani piloti italiani.

“Il Ciocco ha sempre un grande fascino – ha commentato – E’ una corsa dura e selettiva che mi piace molto. Mi sento carico e consapevole che quest’anno non andranno commessi errori. Non ho avuto modo di testare l’auto ma è la stessa vettura con la quale ho vinto il Super Corso Federale, dove ho imparato a conoscerne le reazioni. L’obiettivo principale sarà quello di acquisire più esperienza possibile”

“Se parliamo dell’esperienza mondiale, le prorità sono due: mancinare chilometri e riuscire a farsi notare anche all’estero cercando di fare il meglio possibile – ha considerato il navigatore Emanuele Inglesi – In ottica Italiano Junior invece, si parte per essere veloci fin da subito. Le sensazioni sono buone e vogliamo mettercela tutta per ritagliarci un ruolo da protagonisti.

La partenza è prevista il 20 marzo alle 19 da Forte dei Marmi, mentre la bandiera a scacchi sventolerà domenica 22 marzo a partire dalle 12.30 a Castelnuovo Garfagnana, sotto la Porta Ariostesca.

14th marzo, 2015

Tag:, , ,

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Video - Iscriviti al Canale
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini