Formula E – Montagny positivo ad un derivato della cocaina

Il francese è stato controllato al termine della gara della Malesia

Formula E – Montagny positivo ad un derivato della cocaina

La carriera sportiva di Franck Montagny potrebbe essere arrivata al capolinea.

Il pilota francese è stato trovato positivo ad un derivato della cocaina dopo un controllo effettuato in occasione della manche di Putrajaya, Malesia, della Formula E lo scorso 22 novembre.

“Ho fatto una sciocchezza, ammetto la colpa e per questo non chiederò le controanalisi – ha confessato all’Equipe – Ero alla stazione di Parigi e volevo qualcosa per staccare la spina. Ho pagato un ragazzo che era lì e lui mi ha dato in cambio una bustina di qualcosa. Non sapevo che il giorno seguente mi sarei dovuto imbarcare altrimenti non l’avrei fatto.  Quando correvo in F1 se andavo nei locali con amici che fumavano indossavo addirittura la mascherina per non respirare sostanze proibite e rischiare”.

A proposito dell’evento il 36enne ha invece raccontato: “Al termine della corsa ho visto il responsabile dell’antidoping che mi faceva segno. Ho subito capito e mi sono sentito morire. Dalla vergogna, tornato in Europa ho fatto la spesa per due giorni e mi sono chiuso in casa, poi finalmente ho chiamato i miei genitori per spiegargli l’accaduto. Credo che la mia vita nell’automobilismo sia ormai finita”.

Leggi altri articoli in Formule

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Formula E – Montagny positivo ad un derivato della cocaina

Il francese è stato controllato al termine della gara della Malesia

di 1 gennaio, 2015
Formula E – Montagny positivo ad un derivato della cocaina

La carriera sportiva di Franck Montagny potrebbe essere arrivata al capolinea.

Il pilota francese è stato trovato positivo ad un derivato della cocaina dopo un controllo effettuato in occasione della manche di Putrajaya, Malesia, della Formula E lo scorso 22 novembre.

“Ho fatto una sciocchezza, ammetto la colpa e per questo non chiederò le controanalisi – ha confessato all’Equipe – Ero alla stazione di Parigi e volevo qualcosa per staccare la spina. Ho pagato un ragazzo che era lì e lui mi ha dato in cambio una bustina di qualcosa. Non sapevo che il giorno seguente mi sarei dovuto imbarcare altrimenti non l’avrei fatto.  Quando correvo in F1 se andavo nei locali con amici che fumavano indossavo addirittura la mascherina per non respirare sostanze proibite e rischiare”.

A proposito dell’evento il 36enne ha invece raccontato: “Al termine della corsa ho visto il responsabile dell’antidoping che mi faceva segno. Ho subito capito e mi sono sentito morire. Dalla vergogna, tornato in Europa ho fatto la spesa per due giorni e mi sono chiuso in casa, poi finalmente ho chiamato i miei genitori per spiegargli l’accaduto. Credo che la mia vita nell’automobilismo sia ormai finita”.

http://motorsport.motorionline.com/2015/01/01/formula-e-montagny-positivo-ad-un-derivato-della-cocaina/