A Misano Adriatico secondo centro Audi grazie alla rimonta di Marco Mapelli e Thomas Schoeffler nel GT Italiano

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
A Misano Adriatico secondo centro Audi grazie alla rimonta di Marco Mapelli e Thomas Schoeffler nel GT Italiano

Marco Mapelli e Thomas Schoeffler rispondono alla vittoria di ieri di Dindo Capello ed Emanuele Zonzini imponendosi nel secondo round del Campionato Italiano GT in programma stamani sulla pista intitolata a Marco Simoncelli. La coppia italo-tedesca (partita in pole ieri e poi rallentata da un problema elettrico) oggi era in terza fila con la propria R8 LMS ultra ed ha dovuto quindi rimontare: alla fine del giro di apertura il giovane tedesco era ottavo. Con Zonzini alle sue spalle, ha iniziato a pressare la Porsche di Stefano Pezzucchi, riuscendo a scavalcarlo al settimo passaggio. Meno bene andava al ventenne sammarinese di Audi Sport Italia, che veniva platealmente accompagnato nell’erba all’ultima curva dal pilota Porsche scivolando al 12° posto. Per Zonzini non era la fine delle brutte notizie perché al nono passaggio all’uscita della curva del Tramonto veniva a contatto con la Ferrari di Lorenzo Casè ed i due piloti uscivano di pista. Entrava invece la safety car che restava in gioco fino al quindicesimo passaggio. Con il balletto dei pit-stop guadagnava posizioni Mapelli che, subentrato a Schoeffler, ripartiva terzo non senza un imprevisto brivido con una Porsche della classe GT Cup in una pit lane affollatissima. Con la bandiera verde al 16° giro il brianzolo passava subito la Ferrari dell’ex-formulista Alvaro Barba ed il giro seguente la Porsche leader di Vincenzo Donativi alla prima curva. Non era la fine della sua cavalcata perché i cronometristi gli attribuivano erroneamente una penalità di quasi 10″ che poi è stata cancellata: ma nel dubbio Mapelli ampliava il margine su Donativi e tirando senza soste fino alla sua prima bandiera a scacchi sulla R8 LMS ultra portandosi con Schoeffler davanti ai compagni di colori in classifica.

HANNO DETTO:

EMILIO RADAELLI (Team Chef Audi Sport Italia): “Due successi a Misano e due equipaggi davanti a tutti in classifica sono un risultato che si commenta da solo. Le nostre intenzioni, come è sempre stato da quando scende in pista Audi, sono di non perdere queste ‘abitudini’, anche se prima del prossimo appuntamento visto il problema che c’è stato alla macchina di Zonzini e Capello non mancherà il lavoro in officina. Ma dopo le vittorie si lavora meglio”.
DINDO CAPELLO (pilota Audi R8 LMS ultra N.5): “Peccato che la nostra gara sia finita presto. Si impara dalle vittorie, si impara dalle giornate storte: il mio giovanissimo compagno di team Emanuele Zonzini ieri ha gioito con me sul podio per la vittoria, oggi ha avuto una di quelle esperienze che da pilota ti bruciano un po’ ma sono tutta esperienza per il futuro. E in ogni caso la classifica di campionato è molto corta ed avremo il tempo di prenderci la rivincita, per dare ad Audi altre soddisfazioni in questa stagione del ventennale di corse dei quattro anelli in Italia”.
EMANUELE ZONZINI (pilota Audi R8 LMS ultra N.5): “Sono molto dispiaciuto della conclusione anticipata della nostra corsa stamattina, soprattutto perché Dindo non ha potuto guidare nemmeno un giro. Il mio incidente con Casè è stata una cosa inaspettata, io sì ero all’esterno e lui all’interno, ma posso dire che ha guidato praticamente come si fa quando si è da soli, come se non fossi stato lì a pochi centimetri. Quando ci siamo toccati poi la macchina si è come attaccata alla Ferrari, non sono riuscito a fare niente per evitare il peggio. Un vero peccato dopo la grande felicità di ieri all’esordio con la R8 LMS ultra”.
MARCO MAPELLI (pilota Audi R8 LMS ultra N.6): “Sono veramente felice di essere riuscito a vincere qui a Misano dopo il problema elettrico di ieri che ci ha fermati dopo essere partiti dalla pole position: i ragazzi del team hanno sistemato tutto ed oggi avevamo una macchina che ci ha permesso di tornare davanti a tutti. Il cambio-pilota è stato un po’ complicato per le tante macchine in pit lane, poi il muretto box mi ha detto che avevo una decina di secondi di penalità da scontare per ripartenza anticipata non subito ma quando ero già al comando. Quindi ho dovuto tirare dando tutto quello che la macchina mi consentiva per avere margine a sufficienza sulla Porsche e gli altri e sono riuscito a mettere a segno la mia prima vittoria con Audi. Solo dopo ci hanno detto che non c’era penailità ma un errore dei cronometristi!”.
THOMAS SCHOEFFLER (pilota Audi R8 LMS ultra N.6): “Sono felicissimo che dopo la delusione di ieri oggi con Marco Mapelli siamo riusciti ad ottenere la prima vittoria con Audi Sport Italia. Alla partenza mi sono portato all’interno ma alla prima curva la macchina davanti ha frenato in modo esagerato e chi era all’esterno ci ha passato, cosi ho perso un paio di posizioni, ma la macchina andava bene e sono riuscito a superare poi la Porsche che era al settimo posto. Poi la safety car ha riunito tutto il gruppo e Marco ha fatto due bei sorpassi dopo essere ripartito terzo e ora siamo qui a goderci la prima vittoria e la prima posizione in campionato, anche se siamo tutti dentro pochi punti, Dindo ed Emanuele solo tre punti dietro, e gli altri vicinissimi”.

11th maggio, 2014

Tag:, , , , , ,

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini