Primo shakedown per la Peugeot RCZ-R Cup

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Primo shakedown per la Peugeot RCZ-R Cup

Sono cominciati all’autodromo Tazio Nuvolari di Cervesina (PV) i primi test della Peugeot RCZ-R Cup ufficiale che correrà nel Campionato Italiano Turismo Endurance. La Coupé francese, derivata dalla versione Trofeo di Peugeot Sport, ha beneficiato di uno sviluppo tecnico per puntare al podio della specialità.

I punti cardine dell’evoluzione sono stati la riduzione del peso di circa 100 kg, un affinamento aerodinamico, l’aumento di potenza del motore 1.6 turbo a iniezione diretta di oltre 50 CV e un’evoluzione dell’assetto e dei freni, ora forniti di ABS.
Nella pausa invernale la 2T Reglage & Course ha modificato alcune parti della carrozzeria per ridurne il peso. Il paraurti, le porte, i finestrini e l’ampio lunotto sono stati ricostruiti con materiale più leggero, fibra di vetro per le parti della carrozzeria e lexan per le parti in vetro. Nuovo il sedile, l’estinzione e l’impianto elettrico con una batteria di soli 1,5 kg. Si è cercato di migliorare la già buona stabilità generale con un inedito spoiler anteriore e due flap che verranno impiegati nei circuiti più lenti. L’alettone posteriore è stato leggermente spostato verso l’esterno, allontanandolo dai vortici del lunotto posteriore bombato.
Dal punto di vista motoristico ci si è affidati all’esperienza di Peugeot Sport. I primi test si sono svolti con il motore da 250 Cv in attesa che arrivi l’unità da 305 Cv. A Parigi hanno lavorato principalmente sui pistoni, sulla camera di scoppio e sull’elettronica, mentre la 2T ha modificato la configurazione del frontale per migliorare il raffreddamento.
Per gestire al meglio il miglior rapporto peso/potenza la 2T si è affidata all’esperienza dell’Andreani Group con nuovi ammortizzatori Ohlins con tecnologia TTX e regolazione a tre vie. Nuove anche le molle e gli angoli delle ruote per un miglior sfruttamento dei pneumatici.
Passando all’impianto frenante troviamo nuovi gruppi pinza-disco forniti dalla Brembo. Le dimensioni dei dischi anteriori sono simili ai precedenti ma è cambiata l’efficienza della pinza a sei pistoncini, mentre dietro si è lavorato su dimensionamenti superiori. Per gestire al meglio la maggior potenza e velocità della nuova RCZ-R si è deciso di montare un ABS racing che sarà di sicuro aiuto per i piloti meno esperti.

Nella prima giornata di test la vettura ha compiuto oltre 60 tornate, stint inframezzati da interventi all’assetto, all’elettronica del motore e a regolazioni aerodinamiche. “I primi riscontri cronometrici sono stati molto incoraggianti”, ci racconta Massimo Arduini. “Siamo solo al primo contatto con la nuova vettura e mancano ancora alcuni particolari importanti come l’ultima evoluzione del motore. Nonostante tutto i tempi sono già inferiori di oltre 2 secondi al giro, rispetto alla RCZ Trofeo che abbiamo come comparativa. La prima sensazione è l’ottima velocità nei trasferimenti di carico. La vettura è molto reattiva e ha un buon bilanciamento. Il precedente assetto era buono ma questa evoluzione permette maggiore precisione in frenata e una grande solidità sui cordoli. Per quanto riguarda i freni con l’ABS dobbiamo lavorare meglio sul bilanciamento. Per contro il miglioramento del raffreddamento ha permesso di mantenere sempre ottimale la temperatura di esercizio a beneficio del feeling con il pedale. Qui al Tazio Nuvolari ho apprezzato il carico aerodinamico anche se abbiamo inevitabilmente perso un po’ di velocità di punta e in alcuni circuiti modificheremo i nuovi baffi anteriori.
Nella prossima sessione lavoreremo sulle gomme, prosegue Arduini, e proveremo a fare degli stint in configurazione gara per valutare il comportamento con diversi carichi di benzina. Speriamo di avere presto il motore da 305 CV, con il quale sono convinto che la nostra RCZ-R, ricordo solo 1.600, potrà lottare molto vicino alle vetture 2.000”.

La Peugeot RCZ-R ufficiale debutterà il prossimo 12-13 aprile nella prima gara del Campionato Italiano Turismo Endurance sul circuito di Franciacorta (BS). I primi due piloti a guidarla saranno i giornalisti Lorenzo Facchinetti (Auto) e Alessandro Baccani (Repubblica.it), due valide “penne” con buona esperienza di competizioni e che hanno già avuto modo di guidare negli anni scorsi la Peugeot RCZ Cup nell’omonimo Trofeo. Trofeo che prenderà il via a partire dalla gara successiva del CITE il 10-11 di maggio a Misano Adriatico (RN).

21st marzo, 2014

Tag:, , , ,

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Video - Iscriviti al Canale
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini