EuroV8Series – La Scuderia Giudici con quattro BMW M3 E92

Una quinta 550i sarà affidata a Walter Conforti

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
EuroV8Series – La Scuderia Giudici con quattro BMW M3 E92

La Scuderia Giudici schiererà ben quattro BMW M3 E92,  4.0 litri da 480 cavalli nella EuroV8Series 2014, serie che l’ha vista protagonista in passato con l’ex F1 Christian Klien, il campione in carica del Trofeo Maserati MC World Series Renaud Kuppens e l’asso ungherese del WTCC Norbert Michelisz.

Quest’anno il patron- pilota Gianni, ideatore anche del progetto ATT (Associazione Team Top cars), sfiderà il figlio Claudio (18 anni), mentre anche sulle altre due vetture della Casa dell’Elica ci saranno Jonathan Giacon ed il padre Domiziano. Jonathan, 20 anni e vice-campione Europeo 2012 del Trofeo Abarth 500, aveva preso parte la scorsa stagione all’appuntamento della Superstars a Portimão con una RS4. Oltre alla sfida in famiglia per la classifica assoluta, Claudio Giudici e Jonathan Giacon saranno anche i primi contendenti del trofeo under 25.

Le novità non si fermano qui, poiché la squadra di Abbiategrasso ha anche annunciato che porterà anche una quinta vettura affidata a Walter Conforti (BMW 550i).

“Questo è uno dei pochi campionati che permette ad una squadra di esprimersi al 100% – le parole del boss –  Si ha infatti la possibilità di preparare una macchina senza dover ricorrere a kit già esistenti e il livello è alto. Ho sempre creduto in questo progetto e continuerò a farlo anche in futuro. L’associazione ATT ed FG Group stanno remando nella direzione giusta, noi siamo della partita, per il resto sarà la pista a parlare”.

22nd febbraio, 2014

Tag:, , ,

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini