24 Ore di Le Mans – Audi a segno con Kristensen, McNish e Duval

La Toyota TS030 Hybrid conquista la piazza d'onore davanti all'altra Audi

24 Ore di Le Mans – Audi a segno con Kristensen, McNish e Duval

E alla fine, come da pronostico, Audi trionfa alla 24 Ore di Le Mans. La R18 e-tron Quattro di Tom Kristensen, Allan McNish e Loic Duval si aggiudica la 90esima edizione della corsa e conquista anche il 12esimo successo su 15 partecipazioni. Un bottino di un certo rispetto a cui si aggiunge un ulteriore record: il trionfo n° 9 di Kristensen in questa corsa.

Il pilota danese dedica il successo allo sfortunato Allan Simonsen, il suo connazionale scomparso sabato agli inizi della gara e ricordato sul podio anche dal suo team prima della premiazione.

Nonostante le variabili condizioni meteo abbiano reso la competizione piuttosto insidiosa, il dominio Audi non è parso mai in discussione anche se va aggiunto che il frequente ingresso della safety car ha sicuramente offerto un piccolo aiuto alle R18.

Sul secondo gradino del podio, invece, sale la Toyota TS030 Hybrid guidata da Sebastien Buemi, Anthony Davidson e Stephane Sarrazin, bravi a tenere il ritmo dei vincitori, pur risultando più lenti sul giro, e a mettersi alle spalle l’Audi di Marc Gené, Lucas Di Grassi e Oliver Jarvis costretti al terzo posto.

Nella classe LMP2 si registra la vittoria dell’Oak Racing che piazza la doppietta con le Morgan-Nissan, mentre in LM GTPRO la vittoria è della Porsche 991 GTR RSR del team Manthey, guidata da Richard Lietz .

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

24 Ore di Le Mans – Audi a segno con Kristensen, McNish e Duval

La Toyota TS030 Hybrid conquista la piazza d'onore davanti all'altra Audi

di 23 giugno, 2013
24 Ore di Le Mans – Audi a segno con Kristensen, McNish e Duval

E alla fine, come da pronostico, Audi trionfa alla 24 Ore di Le Mans. La R18 e-tron Quattro di Tom Kristensen, Allan McNish e Loic Duval si aggiudica la 90esima edizione della corsa e conquista anche il 12esimo successo su 15 partecipazioni. Un bottino di un certo rispetto a cui si aggiunge un ulteriore record: il trionfo n° 9 di Kristensen in questa corsa.

Il pilota danese dedica il successo allo sfortunato Allan Simonsen, il suo connazionale scomparso sabato agli inizi della gara e ricordato sul podio anche dal suo team prima della premiazione.

Nonostante le variabili condizioni meteo abbiano reso la competizione piuttosto insidiosa, il dominio Audi non è parso mai in discussione anche se va aggiunto che il frequente ingresso della safety car ha sicuramente offerto un piccolo aiuto alle R18.

Sul secondo gradino del podio, invece, sale la Toyota TS030 Hybrid guidata da Sebastien Buemi, Anthony Davidson e Stephane Sarrazin, bravi a tenere il ritmo dei vincitori, pur risultando più lenti sul giro, e a mettersi alle spalle l’Audi di Marc Gené, Lucas Di Grassi e Oliver Jarvis costretti al terzo posto.

Nella classe LMP2 si registra la vittoria dell’Oak Racing che piazza la doppietta con le Morgan-Nissan, mentre in LM GTPRO la vittoria è della Porsche 991 GTR RSR del team Manthey, guidata da Richard Lietz .

http://motorsport.motorionline.com/2013/06/23/24-ore-di-le-mans-audi-a-segno-con-kristensen-mcnish-e-duval/