Auto GP – A Montecarlo spettacolo dei campioni degli ultimi anni

Auto GP – A Montecarlo spettacolo dei campioni degli ultimi anni

L’Auto GP conferma di essere una delle migliori scuole presenti sulla scena internazionale del motorsport. La serie ideata da Enzo Coloni ha infatti dato al motorsport negli ultimi anni tre campioni che si sono contraddistinti per le loro doti velocistiche e per la loro costanza di rendimento.

Proprio questo fine settimana, in uno scenario eccellente di grande glamour ma soprattutto di grande spessore dal punto di vista di guida e della tecnica come quello del Gran Premio di Formula 1 a Monaco, i piloti provenienti dall’Auto GP si sono comportati egregiamente. Il campione del 2011, il francese Romain Grosjean è stato velocissimo in Formula 1 cogliendo il secondo tempo nelle prove libere, salvo poi restare invischiato nelle vicissitudini di una gara sempre insidiosa e piena di sorprese. Eccellente invece è stata la prestazione dei suoi successori, l’italiano Kevin Ceccon, e l’inglese Adrian Quaife-Hobbs. Ceccon ha ottenuto il terzo tempo di qualifica nel Gruppo A, il più rapido tra i due creati per evitare ai piloti di rimanere invischiati nel traffico.

Nonostante al via Kevin abbia perso l’ala anteriore in un contatto, ha approfittato della bandiera rossa per sostituirla e nel corso della gara si è portato al secondo posto, finendo così per la prima volta sul podio in GP2 nella gara del venerdì. Ottavo in gara-1 aveva concluso Quaife-Hobbs. L’inglese è partito così dalla prima fila per la manche del sabato (il programma della GP2 a Monaco è anticipato di un giorno rispetto al solito) ed ha concluso anch’egli sul secondo gradino del podio, dimostrando come la stagione dello scorso anno in Auto GP gli abbia dato le basi per arrivare a raccogliere risultati eccellenti in un contesto complesso come quello di Monte Carlo. Adrian ha così regalato il primo podio al team MP Motorsport, al debutto in GP2 dopo essersi fatta le ossa in Auto GP. Ed anche il secondo pilota della squadra olandese, Daniel De Jong, attualmente impegnato in Auto GP, ha concluso entrambe le gare in Top-10, confermandosi tra i migliori debuttanti del campionato.

Enzo Coloni: “I campioni dell’Auto GP si sono comportati egregiamente nel GP di Formula 1 a Monaco. Questo è solo una delle tante conferme che continuiamo a ricevere riguardo quanto il nostro campionato sia formativo per i piloti che vogliono proseguire il loro percorso verso la massima serie. In GP2 Kevin Ceccon ed Adrian Quaife-Hobbs hanno conquistato due secondi posti molto importanti perché arrivati su uno dei pochi circuiti che fa ancora emergere le qualità di guida dei piloti rispetto agli assetti delle vetture. Sono molto contento per loro e sono certo che questo podio sia solo il primo traguardo di una lunga serie”.

Leggi altri articoli in Formule

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Formule

AutoGp – Nel 2015 monoposto più veloci

Una stagione costerà quattrocentomila euro. Il vincitore potrà provare una F1
Estoril, L’Auto GP rilancia: l’intera stagione 2015 a 400.000€ e Test in Formula 1 per il Vincitore Piloti 2015 Ci