Superstars International Series – Berton ancora con BMW Dynamic

L'italiano pronto a far bene nella sua seconda stagione

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Superstars International Series – Berton ancora con BMW Dynamic

Quella che sta per iniziare sarà la seconda stagione per Giovanni Berton, alfiere della BMW Dynamic nel campionato Superstars International Series. Entrato in itinere nel 2012 il veneto si è distinto in particolare a Vallelunga dove è stato preceduto dal solo Max Mugelli, ma soprattutto a Bologna dove ha trionfato nella cornice spettacolare del Motorshow.Ora, con più esperienza e forte di una vettura rivisitata vorrebbe ambire a qualcosa di più.

“La M3 E92 che vedrete avrà diversi aggiornamenti estetici, con paraurti anteriore completamente ridisegnato, un nuovo scarico, meno peso e altezza della vettura da terra, mentre manterremo il motore 4.0 V8 che sviluppa 480 cavalli” – ha raccontato al sito ufficiale della categoria – “Per il primo appuntamento a Monza non credo che partiremo favoriti, visto che i circuiti veloci ci mettono un po in difficoltà, penso quindi che dovremo rimandare a Portimao, una pista molto guidata e tecnica che permettere di portare l’auto al limite, o altri tracciati simili. Noi disponiamo di due importanti punti di forza rispetto agli altri che sono il telaio e la guidabilità, mentre manchiamo di rollio. Le rivali più pericolose? Le Audi RS5 che sul bagnato sono davvero imprendibili!”. Poi sui suoi programmi a brevissimo termine chiosa, – “Sarò al via del Rally di Adria con una Punto 1.6 per tener viva la mia seconda passione dopo la pista e stare sempre a contatto con il mondo dei motori”.


6th marzo, 2013

Tag:, ,

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini