Capelli-Coldani al Trofeo Peugeot RCZ Racing Cup Italia 2013

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Capelli-Coldani al Trofeo Peugeot RCZ Racing Cup Italia 2013

In attesa dell’inizio del monomarca previsto il 27/28 aprile all’Autodromo di Vallelunga, arrivano le prime iscrizioni al Trofeo Peugeot RCZ Racing Cup 2013. Tra questi un equipaggio di sicuro rilievo composto da Ivan Capelli e Marco Coldani con una vettura del team MC Motortecnica di Novate Milanese.

Con estremo piacere gli organizzatori della LPD hanno ricevuto la richiesta di iscrizione dell’ex campione di Formula 1, ora collaboratore di Rai Sport. Il milanese, che quest’anno compirà 50 anni, ha deciso di tornare a impegnarsi al volante di una vettura da competizione affiancando l’amico Marco Coldani nel Trofeo Peugeot, serie che si disputa  all’interno del Campionato Italiano Turismo Endurance.

Coldani (54 anni, lodigiano) già protagonista nel 2012 del Trofeo Peugeot RCZ che ha concluso al secondo posto con Davide Bertozzi, ha presentato questo fine settimana all’autodromo di Brescia la livrea della nuova vettura (nelle foto allegate) e a breve cominceranno i test di preparazione al campionato.

Per Capelli, 98 Gran Premi di Formula 1 disputati dal 1985 al 1993 con Tyrrell, AGS, March, Ferrari e Jordan, è un gradito ritorno con le vetture a ruote coperte, dopo aver disputato alcune gare endurance un paio di stagioni orsono.

Sicuramente la coppia Capelli-Coldani diventa uno degli equipaggi di riferimento del Trofeo e del Campionato Italiano Turismo Endurance, sia per le prestazioni sia per l’attenzione che riceveranno dagli appassionati della categoria

4th marzo, 2013

Tag:, ,

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Video - Iscriviti al Canale
Ultime Foto
Video
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini