Incidente a Daytona, 28 feriti. Vince Stewart

10 vetture coinvolte nell'ultimo giro della gara di apertura della Nascar

Incidente a Daytona, 28 feriti. Vince Stewart
Doveva essere la gara di apertura della Nationwide Series. Doveva essere un’occasione di gioia e invece ha rischiato di finire in tragedia. Il botto c’è stato, ma non quello atteso da spettatori e appassionati.

La gara ha riservato tanta paura nell’ultimo giro quando un brutto contatto tra il campione in carica della Sprint Cup Brad KeselowskiRegan Smith che avevano il comando della corsa ha coinvolto anche altre vetture, tra cui la Chevrolet di Kyle Larsson che all’improvviso è decollata finendo contro le recinzioni e distruggendosi. I detriti sono caduti sugli spettatori presenti sulle tribune, insieme al motore e ad un pneumatico. La vettura è poi ricaduta in pista ed è terminata sul prato senza che il pilota subisse, fortunatamente, alcun danno e anche gli altri driver coinvolti sono usciti illesi dall’incidente. Così non è stato, purtroppo, per il pubblico: 28 gli spettatori feriti di cui due gravi, almeno secondo quanto riportato da ESPN, anche se non è possibile, per ora, sapere di più. La gara non è stata interrotta ed è stata vinta da Tony Stewart che per rispetto verso i feriti non ha esultato. “Sappiamo sin da quando cominciamo a correre che si tratta di uno sport pericoloso e ce ne assumiamo i rischi, ma è dura quando in questo vengono coinvolti i tifosi. Per quanto noi abbiamo voglia di festeggiare e per quanto grande cosa possa essere per noi questa vittoria, sono più preoccupato per i piloti e i tifosi in tribuna al momento, perché quello che ho visto è stato davvero grave”, è stato il commento di Stewart.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Incidente a Daytona, 28 feriti. Vince Stewart

10 vetture coinvolte nell'ultimo giro della gara di apertura della Nascar

di 24 febbraio, 2013
Incidente a Daytona, 28 feriti. Vince Stewart
Doveva essere la gara di apertura della Nationwide Series. Doveva essere un’occasione di gioia e invece ha rischiato di finire in tragedia. Il botto c’è stato, ma non quello atteso da spettatori e appassionati.

La gara ha riservato tanta paura nell’ultimo giro quando un brutto contatto tra il campione in carica della Sprint Cup Brad KeselowskiRegan Smith che avevano il comando della corsa ha coinvolto anche altre vetture, tra cui la Chevrolet di Kyle Larsson che all’improvviso è decollata finendo contro le recinzioni e distruggendosi. I detriti sono caduti sugli spettatori presenti sulle tribune, insieme al motore e ad un pneumatico. La vettura è poi ricaduta in pista ed è terminata sul prato senza che il pilota subisse, fortunatamente, alcun danno e anche gli altri driver coinvolti sono usciti illesi dall’incidente. Così non è stato, purtroppo, per il pubblico: 28 gli spettatori feriti di cui due gravi, almeno secondo quanto riportato da ESPN, anche se non è possibile, per ora, sapere di più. La gara non è stata interrotta ed è stata vinta da Tony Stewart che per rispetto verso i feriti non ha esultato. “Sappiamo sin da quando cominciamo a correre che si tratta di uno sport pericoloso e ce ne assumiamo i rischi, ma è dura quando in questo vengono coinvolti i tifosi. Per quanto noi abbiamo voglia di festeggiare e per quanto grande cosa possa essere per noi questa vittoria, sono più preoccupato per i piloti e i tifosi in tribuna al momento, perché quello che ho visto è stato davvero grave”, è stato il commento di Stewart.

http://motorsport.motorionline.com/2013/02/24/incidente-a-daytona-28-feriti-vince-stewart/