Test 24h di Le Mans – Loeb in pista con l’Oreca

Domenica ha effettuato i test nello storico circuito della Sarthe

Non sarà tra i partecipanti dell’80esima edizione della corsa più prestigiosa dell’anno, ma Sébastien Loeb ha comunque voluto riassaggiare il terriorio di Le Mans dopo un’assenza di sette anni quando era stato tra i protagonisti a bordo di una Pescarolo. Domenica, appena smontato dalla sua Ds3 con cui ha vinto il Rallye du Chablais in Svizzera, è partito alla volta dello storico circuito della Sarthe per disputare i test, in vista della gara del 16 giugno prossimo, dove ad aspettarlo c’era la sua omonima squadra Jean Karl Vernay, Nicolas Marroc e il mentore Dominique Heintz in testa, oltre ad un’Oreca 03 motorizzata Nissan con cui è riuscito a segnare il 5° crono assoluto della categoria LMP2 ad una mezz’oretta dalla bandiera a scacchi.

“Non è semplice guidare un prototipo se non si è abituati – ha commentato il pilota di Haguenau a fine turno -. A inizio settimana avevo fatto una sessione di test a Magny Cours per prendere un po’ di dimestichezza dato che era da un bel po’ che non salivo più su questo tipo di vettura. Mi dà sempre una sensazione strana perché riesco a vedere il punto di corda solo quando sono già passato. Ho avuto qualche difficoltà alla mattina, ma poi pian piano è andata meglio e anche l’auto ha risposto bene, quindi scommessa vinta! Alla fine i tempi non contano molto perché la prestazione viene spesso influenzata dal traffico che si incontra in pista…”.

In chiusura una chiosa a tutto tondo di Heintz : “Séb avrebbe potuto benissimo pagare per togliersi lo sfizio di correre a Le Mans e invece ha deciso di investire in un progetto importante indirizzato soprattutto ai giovani. Tecnicamente abbiamo dimostrato di essere pronti per disputare questa storica corsa, ma al momento non abbiamo ancora raggiunto il budget necessario per poterlo fare nel 2013. Non pretendiamo di vincere subito, ma crediamo di poter ambire alle posizioni di testa e magari di riuscire a convincere qualche altro costruttore francese a lanciarsi in un’impresa come quella che stiamo portando avanti noi…”.

Per la cronaca le più rapide sono state le Audi con Allan McNish, Benoît Tréluyer e Marc Gené a occupare i primi tre posti.

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. alonsito

    4 giugno 2012 at 17:26

    go loeb go!

Articoli correlati