WRC – In Argentina comanda ancora Sebastien Loeb

L'otto volte campione del mondo domina nella 2a giornata del Rally d'Argentina

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
WRC – In Argentina comanda ancora Sebastien Loeb

Mancano ancora sei speciali, ma Sebastien Loeb sembra sempre più vicino alla settima vittoria in Argentina, nonchè il 70esimo successo in carriera.

I sette secondi di vantaggio maturati nel corso della seconda giornata del Rally sudamericano dall’otto volte campione del mondo WRC sul compagno di team Mikko Hirvonen dovrebbero consentire al francese una certa tranquillità. Tra l’altro, in casa Citroen non c’è il desiderio di complicarsi la vita e un doppio sigillo nel quinto appuntamento iridiata con entrambi i portacolori sul podio, spingeranno sicuramente ad adottare un atteggiamento prudente.

Sul terzo gradino del podio virtuale, al momento troviamo lo spagnolo della Ford Dani Sordo, con un ritardo, però, di oltre due minuti.

Recupera, intanto, una posizione Petter Solberg che durante la prima giornata aveva rotto un braccetto dello sterzo. Ripartito con la formula del Superally, il driver Ford è rientrato in zona punti rosicchiando una posizione ad Armind Arujo e piazzandosi nono.

Di seguito la classifica al termine della PS13:

1. Loeb-Elena – Citroen – 3h57’40″8
2. Hirvonen-Lehtinen – Citroen – + 7″2
3. Sordo-Del Barrio – Ford – + 1’46″9
4. Ostberg-Andersson – Ford – + 3’06″1
5. Prokop-Hruza – Ford – + 9’22″5
6. Ogier-Ingrassia – Skoda – + 10’27″7
7. Mikkelsen-Floene – Skoda – + 10’31″7
8. Neuville-Gilsoul – Citroen – + 11’48″0
9. Solberg-Patterson – Ford – + 14’08″8
10. Araujo-Ramalho – MINI – + 14’17″7

29th aprile, 2012

Tag:, , , , , ,

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini