Trofeo Andros: Dacia Lodgy “Ice” inizia l’anno con una doppietta

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Trofeo Andros: Dacia Lodgy “Ice” inizia l’anno con una doppietta

Lasciandosi alle spalle la tregua di fine anno, i concorrenti del Trofeo Andros hanno ripreso le ostilità sul circuito di Isola 2000. Sul podio della prima corsa, Alain Prost è riuscito a restare in testa alla classifica generale.

Il pilota di Dacia Lodgy “Ice” ha ormai lo stesso punteggio del suo grande rivale Jean-Philippe Dayraut. Confermando la costante ascesa nella disciplina, per la sua prima stagione, Nicolas Prost è entrato nella ristretta rosa dei candidati alla vittoria. Secondo nella corsa 2, l’esordiente si avvicina ai vertici!

Con quattro gare in meno di un mese, il Trofeo Andros promette una seconda parte della stagione molto intensa. Per preparare al meglio questo lungo sprint, all’inizio della settimana il Team Dacia Trofeo Andros aveva realizzato delle prove sul circuito di Val Thorens. «Avevo bisogno di questa sessione. Durante le corse, la pressione della competizione ci impedisce di testare diverse soluzioni. Queste prove mi hanno permesso di acquisire maggior fiducia in me stesso», sottolineava Nicolas Prost.

Venerdì, i piloti ritrovavano il circuito di Isola 2000 con una perfetta copertura ghiacciata. La prima giornata si limitava alle prove e alla prima manche qualificativa; i piloti Dacia restavano un pò defilati, preferendo rodare i pneumatici in vista della seconda serie.

Sabato mattina, la pista lasciava già apparire qualche lastra di asfalto. Con un forcing, Alain Prost strappava il secondo tempo, precedendo immediatamente suo figlio Nicolas! Al termine delle manche, Prost padre e figlio si classificavano rispettivamente 3° e 5°. A causa di problemi con i pneumatici, Evens Stievenart li seguiva soltanto in 15° posizione.

Alla partenza della finale, le due Dacia Lodgy “Ice” si piazzavano nella scia di Benjamin Rivière, che filava verso la vittoria. Secondo nella corsa, Alain Prost si classificava terzo nelle prove cumulate, con lo stesso punteggio di Jean-Philippe Dayraut. «Tenuto conto dei 60 kg di zavorra dovuti alla mia vittoria ad Alpe d’Huez, è il miglior risultato che potevamo aspettarci», dichiarava il Professore. «Il seguito rischia di essere più difficile, perché i miei pneumatici hanno già sofferto molto. Sarà difficile puntare alla vittoria».

Quinto nella corsa 1, Nicolas Prost si rivelava più ottimista: «Tra i tre piloti del Team Dacia, sono stato il più fortunato nel sorteggio dei pneumatici. Ho davvero cercato di risparmiarli e le loro condizioni mi fanno pensare che ho delle buone carte in mano per oggi pomeriggio». Effettivamente, il pilota del Dacia Lodgy “Ice” n° 6 ha dato prova di grande efficacia: quarto nella prima manche, ha rimpianto di aver commesso qualche errore di pilotaggio: «Il mio secondo giro è stato catastrofico, ho perso più di due secondi; altrimenti, avrei certamente registrato il miglior tempo della manche. Per fortuna, i miei pneumatici sono ancora sufficientemente validi per poter migliorare nella seconda sessione».

Al secondo passaggio, Nicolas realizzava una performance perfetta ma Benjamin Rivière otteneva un tempo identico… al millesimo di secondo! I primi due classificati venivano separati sulla base del miglior giro in corsa, realizzato da Rivière. Nicolas si ritrovava, di conseguenza, in seconda posizione prima delle finali.

Quinto in ognuna delle manche, Alain Prost non nascondeva la sua delusione: «Impossibile per me andare più veloce. I pneumatici hanno perso più di 80 chiodi sull’asfalto e questo rendeva l’auto impossibile da guidare. La mia posizione non è catastrofica, ma sono deluso di non poter cogliere delle opportunità …».

Settimo nella seconda manche, Evens Stievenart ritornava nella top 10: «Subisco sempre l’effetto della mancanza di efficacia dei miei pneumatici. È chiaro che non ho ancora sufficientemente adattato il mio pilotaggio per sfruttarli al meglio; per il resto, la nostra Lodgy funziona perfettamente e Nicolas lo ha ancora dimostrato! ».

Battendosi ancora una volta nella stessa finale, i Prost chiudevano senza problemi la seconda corsa del week-end. Secondo della finale e della giornata, Nicolas conquistava il suo primo podio nel Trofeo Andros. Sesto di questa giornata, Alain concedeva un punto a Jean-Philippe Dayraut, che raggiungeva così il quadruplice Campione del Mondo di F1 in testa alla classifica generale. Ottavo nella corsa, Evens Stievenart effettuava una bella operazione nel campionato, risalendo dalla 7° alla 5° posizione.

La quinta manche del Trofeo Andros si svolgerà il 13 e 14 gennaio.

Alain Prost: «Mi è difficile fare un bilancio positivo di questo week-end. Il risultato della prima corsa è stato conforme ai nostri obiettivi. Per la corsa 2, viceversa, non mi aspettavo di avere tanti problemi. Non è un naufragio, comunque, poiché Jean-Philippe mi riprende soltanto un punto nel week-end. Grazie alle sue due vittorie, invece, Benjamin Rivière si è ben posizionato nella corsa al titolo. Si parla poco di questo pilota ma ha realizzato un week-end perfetto e ritengo che il titolo ce lo giocheremo noi tre… con una buona mezza dozzina di arbitri, tra cui Nicolas ed Evens!».

Nicolas Prost: «Le prove fatte a Val Thorens mi hanno permesso di avere meno dubbi sul mio pilotaggio. Ho guidato sentendomi libero ed è stato premiante. Sono comunque un pò frustrato per aver fatto un errore nella prima manche, perché avevo l’impressione di aver distaccato gli altri. Comunque, non lamentiamoci: il mio obiettivo era trovarmi nella top 10 e questo week-end mi sono classificato due volte tra i primi cinque. Ne sono davvero felice, tanto più che questi risultati sono stati ottenuti con il massimo rispetto delle regole».

Evens Stievenart: «Ho saputo che avrei vissuto un week-end difficile esaminando i sei pneumatici che mi erano stati attribuiti. Pensavo di andare un pò meglio il primo giorno: ho attaccato a fondo, ma i pneumatici si sono deteriorati rapidamente e l’ho pagata durante tutto il week-end. Sono due incontri negativi che si succedono: devo rimettermi in carreggiata. So che ho un’auto valida a disposizione e sono determinato a tornare in testa a Lans-en-Vercors».

Classifica Isola 2000 1: 1. Benjamin Rivière (Skoda Fabia) – 2. Jean-Philippe Dayraut (Mini Countryman) – 3. Alain Prost (Dacia Lodgy Ice) – 4. Bertrand Balas (Mini Countryman) – 5. Nicolas Prost (Dacia Lodgy Ice) – 6. Olivier Panis (Skoda Fabia) – 7. Olivier Pernaut (Ford Fiesta) – 8. Jean-Baptiste Dubourg (Renault Clio) – 9. Pierre Llorach (Renault Clio) – 10. Nicolas Bernardi (Ford Fiesta)… 15. Evens Stievenart (Dacia Lodgy Ice)…

Classifica Isola 2000 2 : 1. Benjamin Rivière (Skoda Fabia) – 2. Nicolas Prost (Dacia Lodgy Ice) – 3. Olivier Pernaut (Ford Fiesta) – 4. Andréa Dubourg (Renault Clio) – 5. Jean-Philippe Dayraut (Mini Countryman) – 6. Alain Prost (Dacia Lodgy Ice) – 7. Jean-Baptiste Dubourg (Renault Clio) – 8. Evens Stievenart (Dacia Lodgy Ice) – 9. Julien Maurin (Ford Fiesta) – 10. Bertrand Balas (Mini Countryman)…

Classifica generale trofeo Andros: 1. Alain Prost (Dacia Lodgy Ice) e Jean-Philippe Dayraut (Mini Countryman), 588 punti – 3. Benjamin Rivière (Skoda Fabia), 584 punti – 4. Olivier Panis (Skoda Fabia), 564 punti – 5. Evens Stievenart (Dacia Lodgy Ice), 533 punti – 6. Pierre Llorach (Renault Clio III), 527 punti – 7. Franck Lagorce (Skoda Fabia), 525 punti – 8. Olivier Pernaut (Ford Fiesta RS), 525 punti – 9. Jean-Baptiste Dubourg (Renault Clio), 520 punti – 10. Bertrand Balas (Mini Countryman), 491 punti – 11. Nicolas Prost (Dacia Lodgy Ice), 479 punti…

9th gennaio, 2012

Tag:, , , ,

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Video - Iscriviti al Canale
Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini