Targa Tricolore Porsche: assegnati gli ultimi titoli della stagione

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Targa Tricolore Porsche: assegnati gli ultimi titoli della stagione

Gran finale di stagione per i campionati organizzati da Italia Motorsport-Porsche Club Italia in collaborazione con Pirelli. Assegnati i titoli della GT3 Cup e Cayman Cup sul filo di lana in un finale al fulmicotone: Stefano Bianconi si è laureato campione della GT3 Cup classe Gt3r1 per sole 3 lunghezze su Francesco Castellacci. Il romagnolo Marco Macori batte Giacomo Scanzi e si aggiudica per un solo punto la quarta edizione della Cayman Cup. Nella 200 Miglia, valida per la GT Open Cup, vittoria di Luigi Lucchini, in questa occasione insieme al campione Fabio Babini, ma col secondo posto “Spidey”-Mastronardi si laureano campioni in Gt2r1. La lunga bagarre per la Gt3r1 della Open Cup si conclude a favore di Alberto Brambati che coadiuvato da Massimo Monti batte Stefano Bianconi e Massimo Scanzi.

Nella GT3 Cup classe GT3r1 un finale così non sarebbe stato capace di immaginarlo neppure il miglior scrittore di romanzi gialli. Prima di quest’ultima gara di Misano, Francesco Castellacci (Petri Corse Motorsport) poteva contare su 11 punti di vantaggio nei confronti di Bianconi (Ebimotors): un margine non larghissimo ma sicuramente di una certa consistenza. Il giovane pilota del team toscano doveva quindi limitarsi a controllare la situazione senza commettere errori, ma una brutta partenza gli ha complicato notevolmente il compito fin dal semaforo verde. Castellacci si è prodotto così in una forsennata rincorsa dalle retrovie, mentre Bianconi occupava già da subito le primissime posizioni. Le cose per Bianconi si sono ulteriormente facilitate, visto che in testa si trovava il suo compagno di squadra, Ivan Costacurta. Scavalcando Costacurta nel corso del 7° giro, Bianconi ha preso il comando. A quel punto Castellacci doveva assolutamente rimontare quante più posizioni possibile per cercare di tamponare in termini di punti l’en plein di Bianconi. Ma l’impresa era tutt’altro che facile, dal momento che Castellacci si è ritrovato a lottare con un gruppo di avversari estremamente coriacei, da “Gioga” (Bellspeed) a Ermes Lombardi (Bonaldi Motorsport) fino a Gian Paolo Lastrucci (NOS Racing). Ed è proprio Lastrucci ad aver procurato i maggiori problemi a Castellacci: nel penultimo giro il pilota empolese scavalca Castellacci relegandolo nella sesta posizione, piazzamento sufficiente a Bianconi per aggiudicarsi il titolo. Costacurta, “Gioga”, Lombardi e Lastrucci concludevano nell’ordine alle spalle di Bianconi e del vincitore assoluto della gara Vito Postiglione (Petri Corse), che inaugurava nella Targa Tricolore la classe Gt3 Cup 2010. In Gt3r2 vittoria di Alessandro Lovato (Bonaldi Motorsport), che conferma la propria supremazia in campionato, precedendo il rivale Claudio Terenzi (Star Cars) e Luca Lelli (Vago).

La lotta durata una stagione intera fra Giacomo Scanzi (Ebimotors) e Marco Macori (Star Cars) si è conclusa a favore di quest’ultimo, che con una limpida vittoria si è assicurato il successo in una serie che lo ha visto protagonista fin dalla prima edizione. La battaglia fra Scanzi e Macori per la supremazia nel Trofeo Pirelli della Cayman Cup è stato uno dei motivi più appassionanti della Targa Tricolore Porsche. Proprio la gara di casa ha portato fortuna al neocampione della Cayman Cup Macori, che ha coronato così una seconda parte di stagione da incorniciare. A Misano tra i due non sono mancate le scintille, soprattutto in partenza. Terzo a Misano, e terzo in campionato il regolare Nicola Bravetti (RS Motorsport), autore di una stagione positiva. Nella Selection Cup, vittoria con terzo posto assoluto per Gianluigi Piccioli (Ebimotors) che con i punti conquistati conferma la piazza d’onore in campionato, dietro a Vincenzo Donativi. Secondo posto di classe per Massimo Tempestini (NOS Racing), terzo per “Boga” (Bellspeed), quarto per Alessandra Torresani (Ebimotors) proveniente dalla “palestra” della Formula Club e alla sua prima gara nel settore agonistico della Targa Tricolore Porsche.

Ricca di spunti anche l’affollatissima 200 Miglia, che ha chiuso il weekend romagnolo della Targa Tricolore Porsche. Restavano ancora da assegnare due importanti titoli, quello della classe Gt3r1 e quello della Gt2r1, che vedeva tra l’altro coinvolte le due vetture candidate alla vittoria assoluta, quelle di “Spidey”-Mastronardi (GDL Racing) e di Luigi Lucchini (BMS Scuderia Italia), che nell’occasione correva in coppia con Fabio Babini. Sono stati proprio Lucchini-Babini i dominatori della gara, ma il secondo posto (assoluto e di classe) di “Spidey”-Mastronardi ha permesso a questi ultimi di assicurarsi il titolo. La situazione più incerta regnava fra le Gt3, dove Alberto Brambati (Antonelli Motorsport) accusava uno svantaggio di appena 4 punti nei confronti di Stefano Bianconi e Giacomo Scanzi (Ebimotors). Avvalendosi anche della valida collaborazione di Massimo Monti, Brambati si è reso protagonista di una prestazione molto convincente, andando a vincere la classe e concludendo al 4° posto assoluto, con soli 10” su Broggian-Ruberti (Autorlando), e con 1 giro di vantaggio sui rivali Bianconi-Scanzi. Fra le nuove Gt3 Cup 2010, terzo posto assoluto e vittoria di classe per Baldisserri-Antonelli (Antonelli Motorsport). Primo di Gt3r2 Alessandro Scotti (Autosport Ruggi). Grande entusiasmo da parte delle “guest star” Emanuele Pirro e Paolo Barilla, che hanno condotto con generosità la Cayman Evo-2 al 19° posto assoluto. Fra le Cayman in versione Cup, vittorie per il neocampione della Cayman Cup, Marco Macori (Star Cars) in classe Trofeo Pirelli, Massimo Tempestini (NOS Racing), Selection Cup e Andrea Gagliardini GT4 (Star Cars).

8th novembre, 2010

Tag:, , , , , , , , , , ,

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini