Karting: Conclusa a Jesolo l’edizione 2009 del Trofeo Endurance

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Karting: Conclusa a Jesolo l’edizione 2009 del Trofeo Endurance

Il 24 Ottobre, sulla Pista Azzurra di Jesolo, si è vista, per la Quinta ed Ultima volta, la bandiera a scacchi, sventolare orgogliosa, verso il limpido cielo, al duecentoventiduesimo passaggio, sulla linea del traguardo, della flotta di kart, pilotati dai componenti delle squadre iscritte al Trofeo Endurance, decretando, cosi, il Team Vincitore dell’Edizione 2009.

In entrambe le manche di Gara1 e Gara2 si sono dati battaglia fino all’ultimo, tutti i team iscritti all’ultima Tappa, senza alcun risparmio di energie, soprattutto per Magic One Racing, Lhasa Racing, Gneo Racing, OL.VA-RWT, Mokart Como e Mokart, che si sono battuti, i primi sei posti del Trofeo, con uno scarto di poco più di 90 punti tra il primo e l’ultimo

Al traguardo è giunto per primo il Team Magic One, con una manciata di punti di distacco da Lhasa Racing che, a sua volta, è riuscito a tenersi stretta la seconda posizione per un solo punto su Gneo Racing arrivato terzo.

La Classifica Finale del Trofeo Endurance 2009 vede cosi, in Prima posizione Magic One (Kart n.9) con 498 punti, in Seconda posizione Lhasa Racing Team (Kart n.10) con 469 punti, in Terza posizione Gneo Racing (Kart n.23) con 468 punti e a seguire: 4°: OL.VA.-RWT Racing Team (Kart n.24) con 381 punti, 5°: Mokart Como (Kart n.5) con 349 punti, 6°: Mokart (Kart n.4) con 337,5 punti, 7°: Insurance for Travel-Eurodesign (Kart n.18) con 323 punti, 8°: Andromedia (Kart n.7) con 311 punti, 9°: Regione Lombardia Sport 1 (Kart n.11) con 306 punti, 10°: Jon Gambo Racing (Kart n.3) con 291,5 punti, 11°: Triger (Kart n.19) con 296,5 punti, 12°: Top Fuel (Kart n.16) con 264 punti, 13°: Monaco Elite Racing (Kart n.6) con 199,5 punti, 14°: MiOut Kart Racing (Kart n.22) con 169 punti, 15°: Motorzappa (Kart n.29) con 163 punti, 16°: Alisei Viaggi (Kart n.14) con 147,5 punti, 17°: Xilinx (Kart n.2) con 130 punti, 18°: Carbon Stuff (Kart n.21) con 112,5 punti, 19°: Regione Lombardia Sport 2 (Kart n.12) con 106,5 punti, 20°: Hermes Porta a Porta (Kart n.15) con 82 punti, 21°: Tkart (Kart n.27) con 62 punti, 22°: CMB Racing (Kart n.28) con 45 punti, 23°: Link Industries (Kart n.8) con 44 punti, 24°: DEBT Racing (Kart n.25) con 38 punti, 25°: Motodromo (Kart n.26) con 20 punti e 26°: Adc Assicurazioni (Kart n.20) con 10,5 punti.

Come di consueto, la formula di partenza è stata la classica in stile “le Mans”, anche se in Gara-1, a causa della pista bagnata, i piloti sono partiti con la formula “lanciata”.

Per Gara-2, invece, un caldo sole è riuscito, in pochissimo tempo, ad asciugare la pista, cosi, i piloti, si sono posizionati in piedi, ai margini della pista. E, al via da parte del Direttore di Gara, sono letteralmente “scattati” come saette alla volta dei kart, posizionati di fronte a loro, a lisca di pesce sulla Griglia di Partenza, con il motore acceso. In questa fase, è molto importante riuscire, sin dal primo giro di manche di gara, a guadagnare decimi preziosi, per superare subito tutti gli avversari e cercare, cosi, di mantenere, un vantaggioso margine di distacco, che potrebbe rivelarsi fondamentale per una vincente strategia, durante la competizione.

Le squadre aziendali e di appassionati (composti da un minimo di tre ad un massimo di otto componenti), si sono sfidati, su un circuito lungo oltre 1 chilometro, mantenendo un ritmo di guida costante e sostenuto, affrontando, con decisione, le tortuose curve e i rettilinei a gran velocità, dando prova della loro bravura e dimestichezza, nel gestire il kart.

Inoltre, in più di un’occasione, hanno regalato agli spettatori fortissime emozioni con difficili ed impegnativi sorpassi, e, ad ogni passaggio, al fianco della postazione di cronometraggio, anche “sussulti di gioia”, provenienti dai relativi box dei piloti in pista, per aver guadagnato una posizione in gara, o per aver superato un diretto avversario nella lotta in classifica per i primi tre gradini del podio, o per contendersi la vittoria assoluta, oppure, per aver effettuato la Super Pole, o il Best Lap (giro più veloce) in Gara1, in Gara2, o in entrambe.

E, naturalmente, anche “segnali di delusione” e “arrabbiature” da parte dei compagni di Team di chi è stato sorpassato, o di chi è uscito fuori pista danneggiando il kart per una manovra troppo azzardata, o di chi, distrattamente, non si è fatto trovare vestito, pronto e scattante all’arrivo del kart con il “collega” da sostituire in pista. Oppure, per una penalità inflitta dai Commissari in pista, o per un passaggio troppo veloce nella corsia box, o, per un errore di calcolo dei turni di guida, o del minutaggio sbagliato per il cambio pilota. O, ad esempio, per il rifornimento di benzina non effettuato o non calcolato durante la “definizione” della strategia di gara del proprio Team. Oppure, per essere stati sfortunati, durante il sorteggio dei kart, che avviene, solitamente, prima del briefing e della pesatura dei piloti, ricevendo un “bolide difficile da gestire” con il quale non si instaura una “perfetta sintonia” o non si trova “il giusto assetto” , o risulta “poco addomesticabile”, ecc..

Nelle gare di durata, questi sono solo alcuni esempi di situazioni che possono accadere e che possono indurre all’errore umano e di valutazione, causa anche delle “fatiche fisiche e mentali” alle quali i piloti sono sottoposti e di cui, però, non riescono proprio a farne a meno..

Ringraziamo, nuovamente, la Regione Lombardia che, con il Suo supporto, ha dato la possibilità alle due squadre di diversamente abili (Regione Lombardia Sport 1 e 2), composte da indomiti ragazzi, di confrontarsi in pista insieme ai normodotati per tutto il Campionato, posizionandosi, rispettivamente, sedicesimi e diciottesimi nella Classifica della Quinta e Ultima Tappa del Trofeo Endurance 2009.

(Tra l’altro, i ragazzi di Regione Lombardia Sport 2, sfortunatamente, si sono dovuti ritirare a pochi giri dalla bandiera a scacchi di Gara2. Invece, Regione Lombardia Sport 1, ha lottato con le unghie e con i denti, per recuperare qualche secondo dai competitor, fino alla fine, senza, però, ottenere un risultato significativo, che li potesse far rientrare nella “rosa dei candidati”, per la “corsa” ai i primi posti della Classifica Generale del Trofeo).

Mentre, nella Classifica Finale del Trofeo, dove vengono considerati i punteggi ottenuti durante tutte le Gare disputate, il Team Regione Lombardia Sport 1 è arrivato Nono, mentre, Regione Lombardia Sport 2, Diciannovesimo.

Inoltre, ringraziamo di Cuore Tutte le Squadre che hanno partecipato al Trofeo Endurance 2009, che hanno voluto condividere con noi questa nuova avventura e che i loro consigli e le loro critiche, ci saranno molto utili per crescere, migliorare e poter offrire mezzi e servizi sempre più efficienti e di qualità, per tutti coloro che vorranno riconfermare la loro fiducia nei nostri confronti e divertirsi (e divertirci insieme), ancora una volta, nella prossima Edizione del Trofeo Endurance 2010.

Un ringraziamento Speciale ai Nostri Partner, nonché Amici, Kart4Fun S.r.l., Mokart-Sogekart S.r.l., TGCom, TKart e, naturalmente, i nostri preziosi Testimonial, Nico&Armando, che hanno “vegliato”, per tutti questi mesi, sul Trofeo, svolgendo le loro segretissime indagini sotto copertura, in modo astuto, impeccabile e, soprattutto,“in modo molto discreto” per gentile concessione di Spaghetti Comix.

Infine, siamo lieti di comunicare che, per il Campionato 2010, vi saranno grandi novità e, prossimamente, saranno rese note sul sito ufficiale www.trofeoendurance.it e sul relativo blog http://trofeoendurance.blogspot.com/ .

29th ottobre, 2009

Tag:, , , , , ,

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini