D.A-D.D.: Dal Sanremo un altro trofeo per “Io guido, non bevo!”

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
D.A-D.D.: Dal Sanremo un altro trofeo per “Io guido, non bevo!”

Ancora una volta la Dea bendata gira le spalle a Rudy Michelini e Michele Perna che, a bordo della performante Peugeot 207 di classe super2000 made in Erreffe e gommata BF Goodrich, hanno dovuto abbandonare la competizione quando stavano battagliando per la top ten, da privati contro un vero parterre de roy di piloti ufficilali, a causa di una stupida e banale uscita di strada che, pur non danneggiando la vettura, gli impediva di rientrare sul percorso. Ma il progetto sociale D.A-D.D. Drivers Against Drug and Drunk, promosso da CREO MSC – con Unasp e ACLI Siracusa, Scuderia Maverik Group e Gomme&Service by Brunetti con il sostegno di ADVAN Yokohama, Gomme&Service, DEPA Communications, Motorzone.it, Corriere di Romagna, rallyracing.it, racegarage.it, okrally.it, Caneva Rally School, Crazybox, RDS, Service Car, La Caffetteria, MediPav, CO.GRE Srl e BCC Banco di Credito Cooperativo, AS Security, Lemonit.com, Torello Design, PrestiCar, MondoGrafica e con il supporto di Class Driver Club, Esselle Competitions Group, SGB Rally, Imbrò Sport Racing, Rookie Drivers, WRO World rally Organization – , ha comunque centrato l’obietivo prefissato con il ventiduenne di Piacenza Gabriele Cogni che ha portato a casa il risultato prefissato con la vittoria nella classifica riservata agli under 23 dal Trofeo indetto dalla casa del Leone.

Gabriele, navigato ottimamente da Simone Spaccasassi, con l’attenzione e la perizia di un veterano, pur avversato da problemi sulla sua 207 di classe R3T allestita da Savio per United Business che – con PRO.MA International Srl, Mils, Itacampi, Campi, Comeodia,- ha allestito il programma, ha badato a concludere la kermesse ligure come da programma, senza correre rischi inutili, e a conquistare quel trofeo che era il suo obiettivo stagionale. Per la cronaca, la vittoria assoluta in gara tra le vetture partecipanti al trofeo Peugeot è andata a Consigli mentre il Trofeo è finito nelle mani di uno storico amico di D.A-D.D. come Roberto Vescovi.

“Sanremo è ‘il Rally’ per antonomasia in Italia. La copertura mediatica della quale dispone ed il sempre calorosissimo e competente pubblico che ne riempie le speciali sono un banco di prova ed un’opportunità alla quale D.A-D.D., nei suoi due anni di storia, non si è mai sottratto. Ci dispiace per Rudy, che ringraziamo per l’abnegazione con la quale si è fatto testimone del messaggio ‘Io guido, non bevo!’, costretto al ritiro quando stava dimostrando ancora una volta il valore assoluto delle sue prestazioni. Siamo felicissimi per Gabriele che, invece, malgrado le avversità, si è reso protagonista di una stagione di successo sulla quale avevamo scommesso abbracciando da subito il suo progetto di scalare, con i colori D.A-D.D., la vetta di quella particolare classifica che Peugeot ha riservato ai più giovani talenti del rallysmo italiano. Gabriele è un giovane, che vive da giovane e con i giovani, che sa sorridere alla vita, che ne apprezza il valore, che si sta costruendo un’immagine da vincente nella sua ancora breve carriera agonistica. Tutto questo fa di lui il testimonial ideale per noi che ai giovani dobbiamo e vogliamo parlare ribadendo loro che lo sballo non è vita e che un bicchiere o una pasticca non valgono il rischio di farsi del male o di fare del male agli altri mettendosi alla guida di veicoli a motore senza essere in condizioni ottimali.” hanno dichiarato da Creo a gara conclusa.

27th settembre, 2009

Tag:, , , , , ,

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+

Lascia un commento





Ultime Foto
Facebook
Motorionline.com on Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.Iva 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini